Apple contro Epic: Il produttore di Fortnite si oppone allo sforzo di Apple di sospendere le ordinanze del processo antitrust

Apple contro Epic: Il produttore di Fortnite si oppone allo sforzo di Apple di sospendere le ordinanze del processo antitrust

Il creatore di Fortnite, Epic Games, venerdì si è opposto agli sforzi di Apple per mettere in attesa gli ordini emessi in un processo antitrust mentre un processo di appello potenzialmente lungo si svolge.

Il giudice distrettuale degli Stati Uniti Yvonne Gonzalez Rogers a settembre ha colpito alcune delle regole dell’App Store del produttore di iPhone, compreso il divieto per gli sviluppatori di indirizzare i loro utenti verso altre opzioni di pagamento oltre al sistema di pagamento in-app di Apple, in una parziale vittoria per Epic e altri produttori di app.

Apple ha tempo fino al 9 dicembre per conformarsi all’ingiunzione, ma all’inizio di questo mese la società ha detto che farà appello alla sentenza e ha chiesto a Gonzalez Rogers di mettere il suo ordine in attesa che il processo di appello, che potrebbe richiedere più di un anno, si svolga.

Epic venerdì ha sostenuto in un deposito del tribunale che Apple non ha soddisfatto lo standard legale per quella pausa, che richiede che Apple dimostri che sarà irreparabilmente danneggiata anche solo temporaneamente rispettando l’ordine se l’ingiunzione è poi invertita in appello.

Epic ha detto che i commenti positivi di Apple sulla sentenza poco dopo il suo arrivo, e il suo ritardo nel chiedere una pausa, hanno dimostrato che non sarebbe stata danneggiata dall’esecuzione degli ordini.

“L’interesse pubblico è favorevole a negare (la richiesta di Apple); un’ingiunzione è l’unico percorso per un sollievo efficace”, ha scritto Epic. “La storia dimostra … che in assenza di un’ingiunzione, Apple non farà alcun cambiamento”.

Apple non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Un’udienza sulla richiesta di Apple è fissata per il 9 novembre.