AT&T, Verizon per ritardare l’implementazione del 5G a causa di preoccupazioni per la sicurezza dei voli: Regolatori USA

AT&T, Verizon per ritardare l'implementazione del 5G a causa di preoccupazioni per la sicurezza dei voli: Regolatori USA

I giganti delle telecomunicazioni AT&T e Verizon hanno accettato di rimandare la distribuzione di una nuova banda di frequenza 5G per dare il tempo di affrontare i problemi di sicurezza aerea, i regolatori degli Stati Uniti hanno detto giovedì.

Le due aziende “metteranno volontariamente in pausa” il lancio commerciale “per valutare ulteriormente qualsiasi impatto sulle tecnologie di sicurezza aerea”, la Federal Aviation Administration e la Federal Communications Commission hanno detto in una dichiarazione congiunta.

Le due aziende avevano previsto di iniziare a utilizzare la rete 5G il 5 dicembre, dopo aver speso decine di miliardi di dollari per acquistare le licenze.

Ma i regolatori dell’aviazione si sono preoccupati della possibile interferenza dei segnali con le apparecchiature di sicurezza del volo.

Le agenzie si sono impegnate “a coordinarsi strettamente per garantire che gli Stati Uniti stiano al passo con il resto del mondo nello sviluppo delle tecnologie di comunicazione di prossima generazione in modo sicuro e senza ritardi ingiustificati”.

La FAA martedì ha emesso un bollettino speciale per i produttori di aeromobili e di radioaltimetri, raccomandando l’analisi delle potenziali interferenze ai livelli da 3,7 a 3,8 Ghz, così come alle frequenze tra 4,2 e 4,4 GHz.

Le compagnie aeree dovrebbero avvisare i piloti del “potenziale degrado” dei sistemi di sicurezza “dipendenti dai radioaltimetri”, ha detto la FAA.

“Non ci sono ancora stati rapporti comprovati di interferenze dannose a causa di operazioni a banda larga wireless a livello internazionale, anche se questo problema continua ad essere studiato”, ha detto la FAA.

AT&T ha detto che avrebbe rimandato il dispiegamento al 5 gennaio.

“È fondamentale che queste discussioni siano informate dalla scienza e dai dati”, ha detto l’azienda in una dichiarazione. “Questo è l’unico modo per permettere agli esperti e agli ingegneri di valutare se esistono problemi legittimi di coesistenza”.

© 2021 SharTec - In primo piano in Tecnologia