Barbados diventa la prima nazione con un’ambasciata virtuale nel Metaverso

Barbados diventa la prima nazione con un'ambasciata virtuale nel Metaverso

Barbados, la piccola nazione insulare dei Caraibi, ha deciso di estendere il suo raggio d’azione diplomatico diventando il primo paese a stabilire un’ambasciata digitale dopo un accordo con la piattaforma metaverso Decentraland. Il Ministero degli Affari Esteri e del Commercio Estero di Barbados ha ufficialmente firmato un accordo per stabilire un’ambasciata digitale in Decentraland, un ambiente digitale basato su Ethereum e di proprietà degli utenti. La costruzione di questa sede virtuale è stata approvata dall’esecutivo del paese in agosto e il suo lancio dovrebbe avvenire ufficialmente nel gennaio 2022.

Decentraland come piattaforma sembra avere un vantaggio su altre aziende metaverse. Ha già un ecosistema in atto che consente agli utenti di acquistare appezzamenti di terreno che possono navigare, costruire e monetizzare. Secondo CoinDesk, Barbados non ha intenzione di limitare l’idea di un’ambasciata virtuale solo a Decentraland. Il Ministero degli Affari Esteri e del Commercio Estero della nazione è già vicino a firmare accordi con notevoli progetti blockchain tra cui Somnium Space e SuperWorld, così come altre piattaforme metaverse.
Così orgoglioso oggi di dare il benvenuto al governo di Barbados a Decentraland, stabilendo la prima ambasciata del metaverso al mondo.
– Decentraland (@decentraland) 15 novembre 2021
Mentre le specifiche di ogni accordo sono ancora in fase di elaborazione, gli accordi aiuteranno a tracciare una tabella di marcia per l’acquisizione di terreni, la progettazione di ambasciate virtuali, e consolati di altre nazioni da seguire. Questo dovrebbe evolvere ulteriormente nello sviluppo di infrastrutture per fornire servizi come “e-visas”, e la costruzione di un “teletrasportatore” che permetterà agli utenti di viaggiare velocemente con i loro avatar attraverso i mondi della blockchain.

La nazione caraibica ha dovuto lavorare alla proposta di un’ambasciata virtuale per un bel po’ di tempo. Poiché la mossa segna una serie di precedenti, il governo di Barbados ha dovuto assumere un consulente legale per garantire che l’ambasciata virtuale sia conforme al diritto internazionale e alla Convenzione di Vienna.

L’ambasciatore di Barbados negli Emirati Arabi Uniti (UAE), S.E. Gabriel Abed, ha detto in un’intervista con CoinDesk che il governo prevede di crescere rapidamente oltre questo sforzo iniziale per sviluppare strutture e acquistare terreni digitali in una varietà di mondi virtuali. “Non vogliamo scegliere un vincitore poiché il metaverso è ancora giovane e nuovo. Inoltre, vogliamo assicurarci che tutto ciò che costruiamo sia trasportabile attraverso i metamondi”, ha spiegato.