Caso Apple-Epic: il produttore di iPhone si appella per ribaltare la sentenza di cui era “molto contento

Caso Apple-Epic: il produttore di iPhone si appella per ribaltare la sentenza di cui era "molto contento

Apple venerdì ha fatto appello al verdetto di un giudice federale nella sua battaglia legale con il produttore di Fortnite Epic Games per il controllo dell’App Store. Apple chiede alla Corte d’Appello del Nono Circuito di San Francisco di ribaltare la sentenza di 185 pagine del giudice della Corte Distrettuale degli Stati Uniti Yvonne Gonzalez-Rogers.

Il giudice ha ordinato ad Apple di allentare il controllo delle sue opzioni di pagamento App Store, ma ha detto che Epic non è riuscita a dimostrare alcuna violazione delle norme antitrust.

Epic il mese scorso ha presentato il proprio appello.

“Combatteremo”, ha twittato Tim Sweeney, amministratore delegato di Epic, quando l’azienda ha confermato il suo piano di contestare il verdetto.

Apple ha detto nei giorni dopo la sentenza di Gonzalez-Rogers che era “molto felice” con la decisione, ma aveva lasciato aperta la porta all’appello.

Le aziende avevano optato per un cosiddetto bench trial in cui un giudice piuttosto che una giuria ascolta le prove e decide su un verdetto.

Epic ha lanciato la causa con l’obiettivo di rompere la presa di Apple sull’App Store, accusando il produttore di iPhone di agire come un monopolio nel suo negozio di beni o servizi digitali.

“Per me, è una vittoria per Apple, in quanto il giudice ha detto chiaramente che non si stanno impegnando in un comportamento monopolistico”, ha detto l’analista di Creative Strategies Carolina Milanesi dopo il verdetto.

“Non penso che sia un problema per Apple dal punto di vista delle entrate”.

Il giudice ha vietato ad Apple di proibire agli sviluppatori di includere nelle loro app “link esterni o altre chiamate all’azione che indirizzano i clienti a meccanismi di acquisto”.

Related Posts

© 2021 SharTec - In primo piano in Tecnologia