Coinone Crypto Exchange aumenta la sicurezza intorno ai prelievi di token in conformità con la legge sudcoreana

Coinone Crypto Exchange aumenta la sicurezza intorno ai prelievi di token in conformità con la legge sudcoreana

Coinone, uno scambio di criptovalute sudcoreano, ha deciso di interrompere i prelievi di criptovalute verso portafogli esterni non verificati. Il cambiamento sarà eseguito a gennaio, ha detto Coinone in un comunicato. Il cambiamento è anche in linea con una legge sudcoreana che istruisce gli scambi locali di criptovalute per garantire gli account con nome reale degli utenti tra gli altri requisiti. Le autorità hanno più volte espresso preoccupazioni circa l’uso illegale di criptovalute che potrebbero essere pericolose per la sicurezza fisica ed economica dei cittadini sudcoreani.

In un annuncio ufficiale, Coinone ha informato gli utenti che tra il 30 dicembre e il 23 gennaio, devono registrare i loro portafogli esterni presso lo scambio. Dopo la chiusura di questa finestra, i prelievi di token ai portafogli non registrati saranno bloccati.

Coinone ha previsto di verificare i nomi degli utenti e la registrazione dei residenti per assicurarsi che le transazioni di criptovalute non siano state “utilizzate per attività illegali come il riciclaggio di denaro”.

Lo sviluppo arriva sei mesi dopo che Seoul ha implementato le leggi che istruiscono gli scambi di criptovalute a registrare gli utenti con i loro veri nomi e l’autenticazione Information Security Management System (ISMS), dove gli utenti dovranno inserire il loro numero di cellulare, seguito da un numero di codice Pin una tantum.

Insieme a Coinone, altre borse come Bithumb hanno introdotto severe politiche di kw-your-dustomer (KYC) per rispettare le leggi del paese.

Più di 60 scambi di criptovalute in Corea del Sud hanno notificato ai clienti una sospensione parziale o totale dei servizi di trading dopo l’annuncio di queste nuove regole KYC.

Secondo il quotidiano sudcoreano Hankyung, lo spazio delle criptovalute sta godendo del suo secondo boom nazionale in Corea del Sud dal 2018, con oltre due milioni di cittadini che sperimentano nell’arena.

A gennaio, gli utenti sudcoreani di criptovalute saranno anche soggetti a una regola fiscale.