Criptovaluta: Il regolatore australiano fornisce una guida per i prodotti di criptovaluta

Criptovaluta: Il regolatore australiano fornisce una guida per i prodotti di criptovaluta

L’autorità di vigilanza australiana ha detto venerdì che i detentori di prodotti di investimento di cripto-asset sottostanti avranno bisogno di una licenza, come parte di una nuova serie di linee guida che spera possa migliorare la trasparenza e proteggere gli investitori.

Molte delle principali istituzioni finanziarie australiane non si sono impegnate con il settore ad alto rischio delle criptovalute, nonostante la sua enorme crescita nell’ultimo anno.

Un rapporto del Senato ha chiesto all’Australia di introdurre nuove leggi come sconti fiscali e un regime di licenze per i minatori di asset digitali per essere più competitivi con altri paesi nello spazio in rapida crescita.

L’Australia’s Securities and Investments Commision (ASIC) ha introdotto una nuova sezione “cripto-asset” nelle sue applicazioni di licenza che i possessori di attività sottostanti che comprendono cripto-asset avranno bisogno.

“I cripto-asset hanno caratteristiche e rischi unici che devono essere considerati dagli emittenti di prodotti e dagli operatori di mercato nel soddisfare i loro obblighi normativi esistenti”, ha detto il commissario ASIC Cathie Armour.

Le stime delle dimensioni dell’industria dei beni digitali in Australia variano. Un ricercatore finder.com.au dice che un sesto degli australiani possiede criptovalute nel 2021 per un valore di 8 miliardi di AUD (45.200 crore), con il bitcoin il più popolare.

L’ASIC ha anche fornito una guida sulle migliori pratiche per il monitoraggio, la detenzione e i prezzi delle criptovalute, così come la divulgazione e la gestione del rischio.