Cybersquatter Definizione significato

Cos’è il Cybersquatter?

Nei primi giorni degli Stati Uniti, i pionieri viaggiarono verso ovest e rivendicarono la terra federale come propria. Queste persone erano chiamate “squatters”, poiché rivendicavano diritti sulla terra semplicemente occupandola. A metà del 1800, durante la corsa all’oro in California, gli squatter divennero particolarmente prominenti e si stabilirono in tutta la costa occidentale.

Nei primi anni ’90, iniziò una nuova corsa all’oro, ma questa volta la corsa era per nomi di dominio, piuttosto che per l’oro. Molti dei primi utenti di Internet videro il valore potenziale dei nomi di dominio importanti e iniziarono a registrare il maggior numero possibile di domini. Nel corso di pochi anni, quasi tutti i comuni “dot com” furono registrati. Molti di questi nomi di dominio furono registrati a scopo di investimento, piuttosto che essere usati per siti web legittimi. Questa pratica divenne presto nota come “cybersquatting”.

I cybersquatter possono possedere ovunque da un singolo dominio a qualche migliaio di nomi di dominio. Questi “domainers”, come vengono anche chiamati, tipicamente registrano nomi di dominio che contengono parole e frasi popolari. I nomi di dominio di alto profilo possono generare traffico attraverso “type-in” manuali o possono semplicemente essere attraenti per i potenziali acquirenti. Alcuni domainers, chiamati “typosquatters”, registrano nomi di dominio che sono simili a noti siti web, ma contengono errori di battitura. L’obiettivo di questi domini è quello di generare traffico attraverso URLs sbagliate. Generalmente, i cybersquatter traggono profitto dai loro nomi di dominio in uno dei due modi: 1) generando click pubblicitari su pagine parcheggiate (siti web a pagina singola), o 2) vendendo i domini con un premio significativo a chi è interessato a comprarli.

Mentre alcuni cybersquatter hanno fatto enormi profitti vendendo nomi di dominio di alto interesse, altri sono stati costretti a cedere i domini ai legittimi proprietari. L’Anticybersquatting Consumer Protection Act (ACPA) è stato approvato nel 1999, che dà ai proprietari di nomi registrati o marchi registrati i diritti legali su un nome di dominio correlato. In termini generali, la legge afferma che gli utenti non possono registrare un nome di dominio che è lo stesso o simile al nome di un’entità conosciuta. Questo impedisce ai cybersquatter di estorcere denaro a imprese o individui ottenendo un nome di dominio specifico.

Se sorge una disputa su un nome di dominio, le due parti possono portare il caso attraverso un procedimento legale. Tuttavia, poiché questo è un processo che richiede tempo, ICANN ha sviluppato la Uniform Domain Name Dispute Resolution Policy (UDRP), che dà ai proprietari di marchi un mezzo semplice per recuperare i nomi di dominio dai cybersquatter. Mentre i cybersquatters esistono ancora e rimangono prominenti oggi, i legittimi proprietari di certi nomi ora hanno un modo più facile (e molto meno costoso) di ottenere i nomi di dominio che meritano.

La descrizione di Cybersquatter in questa pagina è la definizione originale di SharTec.eu. Se volete linkare questa pagina, non dimenticate di citare la fonte dell’articolo.

SharTec.eu mira a spiegare la terminologia informatica in un modo che sia facile da capire. Ci sforziamo di essere semplici e precisi in ogni definizione che pubblichiamo. Se hai commenti sulla descrizione di Cybersquatter o vuoi suggerire un nuovo termine tecnico, contattaci.

© 2021 SharTec - In primo piano in Tecnologia