Facebook cambia nome in Meta, il CEO Mark Zuckerberg dice che il rebranding riflette l’investimento nel ‘Metaverso’.

Facebook cambia nome in Meta, il CEO Mark Zuckerberg dice che il rebranding riflette l'investimento nel 'Metaverso'.

Facebook ora si chiama Meta, la società ha detto giovedì, in un rebranding che si concentra sulla costruzione del “metaverso”, un ambiente virtuale condiviso che scommette sarà il successore di Internet mobile.

Il cambio di nome arriva mentre la più grande azienda di social media del mondo combatte le critiche dei legislatori e dei regolatori sul suo potere di mercato, le decisioni algoritmiche e il controllo degli abusi sui suoi servizi.

L’amministratore delegato Mark Zuckerberg, parlando alla conferenza della società sulla realtà virtuale e aumentata, ha detto che il nuovo nome riflette il suo lavoro di investimento nel metaverso, piuttosto che il suo servizio di social media omonimo, che continuerà ad essere chiamato Facebook.

Il metaverso è un termine coniato nel romanzo distopico “Snow Crash” tre decenni fa e che ora attira l’attenzione nella Silicon Valley. Si riferisce in generale all’idea di un regno virtuale condiviso a cui possono accedere persone che utilizzano diversi dispositivi.

“In questo momento, il nostro marchio è così strettamente legato a un prodotto che non può rappresentare tutto ciò che stiamo facendo oggi, figuriamoci in futuro”, ha detto Zuckerberg.

L’azienda, che ha investito molto nella realtà aumentata e virtuale, ha detto che il cambiamento avrebbe riunito le sue diverse applicazioni e tecnologie sotto un nuovo marchio. Ha detto che non cambierà la sua struttura aziendale.

Il gigante tecnologico, che riporta circa 2,9 miliardi di utenti mensili, ha affrontato un crescente scrutinio negli ultimi anni da parte di legislatori e regolatori globali.

Nell’ultima controversia, la whistleblower ed ex dipendente di Facebook Frances Haugen ha fatto trapelare documenti che, secondo lei, mostrano che la società ha scelto il profitto piuttosto che la sicurezza degli utenti. Haugen ha testimoniato nelle ultime settimane davanti a una sottocommissione del Senato degli Stati Uniti e ai legislatori del Parlamento britannico. Zuckerberg all’inizio di questa settimana ha detto che i documenti sono stati utilizzati per dipingere un “quadro falso”.

L’azienda ha detto in un post sul blog che intende iniziare a commerciare sotto il nuovo ticker che ha riservato, MVRS, il 1 ° dicembre. Giovedì, ha svelato una nuova insegna nel suo quartier generale a Menlo Park, in California, sostituendo il suo logo “Mi piace” con una forma di infinito blu.

Le azioni di Facebook hanno chiuso l’1,5% più in alto a 316,92 dollari (circa 23.700 rupie) giovedì.

Reputazione offuscata

Facebook ha detto questa settimana che la sua divisione hardware Facebook Reality Labs, che è responsabile per gli sforzi AR e VR, sarebbe diventata un’unità di reporting separata e che il suo investimento in essa avrebbe ridotto il profitto operativo totale di quest’anno di circa 10 miliardi di dollari (circa Rs. 74.795 crore).

Quest’anno, l’azienda ha creato un team di prodotti in questa unità focalizzata sul metaverso e ha recentemente annunciato piani per assumere 10.000 dipendenti in Europa nei prossimi cinque anni per lavorare sullo sforzo.
In un’intervista con la pubblicazione tecnologica The Information, Zuckerberg ha detto che non ha considerato di dimettersi da CEO, e non ha pensato “ancora molto seriamente” di scorporare questa unità.

La divisione sarà ora chiamata Reality Labs, il suo capo Andrew “Boz” Bosworth ha detto giovedì. L’azienda smetterà anche di usare il marchio Oculus per le sue cuffie VR, chiamandole invece prodotti “Meta”.

Il cambio di nome, il cui piano è stato riportato per la prima volta da The Verge, è un rebrand significativo per Facebook, ma non il primo. Nel 2019 ha lanciato un nuovo logo per creare una distinzione tra l’azienda e la sua app sociale.

La reputazione dell’azienda ha preso più colpi negli ultimi anni, anche per quanto riguarda la sua gestione dei dati degli utenti e il suo controllo degli abusi come la disinformazione sanitaria, la retorica violenta e i discorsi di odio. La Federal Trade Commission degli Stati Uniti ha anche intentato una causa antitrust per pratiche anticoncorrenziali.

“Mentre aiuterà ad alleviare la confusione distinguendo la società madre di Facebook dalla sua app fondatrice, un cambiamento di nome non cancella improvvisamente i problemi sistemici che affliggono la società”, ha detto Mike Proulx, direttore di ricerca presso la società di ricerche di mercato Forrester.

I piani per eliminare gradualmente il nome di Facebook anche da prodotti come il dispositivo di videochiamata Portal mostrano che la società è desiderosa di evitare che lo scrutinio senza precedenti danneggi il resto delle sue applicazioni, ha detto Prashant Malaviya, un professore di marketing alla Georgetown University McDonough School of Business.

“Senza dubbio, (il nome di Facebook) è sicuramente danneggiato e tossico”, ha detto.

Zuckerberg ha detto che il nuovo nome, proveniente dalla parola greca per “oltre”, simboleggia che c’è sempre più da costruire. Il CEO di Twitter, Jack Dorsey, giovedì ha twittato una definizione diversa: “riferendosi a se stesso o alle convenzioni del suo genere; autoreferenziale”.

Zuckerberg ha detto che il nuovo nome riflette anche che nel tempo, gli utenti non avranno bisogno di usare Facebook per utilizzare gli altri servizi della società.

Nel 2015, Google si è riorganizzata per creare una nuova holding chiamata Alphabet, mentre il popolare motore di ricerca irrompeva in nuovi campi come le auto a guida autonoma, la banda larga ad alta velocità ed espandeva il suo business cloud. Anche Snapchat ha cambiato nome in Snap Inc nel 2016, lo stesso anno in cui ha lanciato il suo primo paio di occhiali intelligenti.

Facebook, che quest’anno ha lanciato il proprio paio di occhiali intelligenti con Ray-Ban, ha annunciato una serie di nuovi aggiornamenti di prodotti AR e VR durante Connect. Questi includono un modo per le persone che utilizzano il suo auricolare Oculus VR per chiamare gli amici utilizzando Facebook Messenger e per le persone di invitare gli altri a una versione sociale della loro casa, soprannominata “Horizon Home”.

Zuckerberg ha anche mostrato video dimostrativi di come potrebbe essere il metaverso, con le persone che si connettono come avatar e vengono trasportate in versioni digitali di vari luoghi e periodi di tempo. Ha detto che il metaverso dovrebbe essere costruito con la sicurezza e la privacy in mente.