Foxconn, fornitore di Apple, si aspetta un crollo del 15 per cento nelle entrate del Q4 dopo il forte profitto del Q3

Foxconn, fornitore di Apple, si aspetta un crollo del 15 per cento nelle entrate del Q4 dopo il forte profitto del Q3

Foxconn di Taiwan, che assembla gli iPhone per Apple, ha riportato un profitto del terzo trimestre migliore del previsto venerdì, aiutato da una forte domanda di smartphone mentre le persone continuano a lavorare a distanza attraverso la pandemia del coronavirus.

Ma Foxconn, il più grande produttore di elettronica a contratto del mondo, ha detto che si aspetta che le entrate del quarto trimestre nel suo business chiave dell’elettronica di consumo, che comprende gli smartphone, crolli più del 15 per cento da un anno prima, senza offrire una ragione. Prevede un calo delle entrate complessive tra il 3 per cento e il 15 per cento.

Foxconn ha detto in precedenza che ha sentito solo un piccolo impatto dalla carenza di chip globale lungo un anno, ma aveva messo in guardia che l’aumento dei casi COVID-19 in Asia potrebbe danneggiare la sua catena di approvvigionamento.

Il reddito del terzo trimestre è aumentato del 9 per cento sull’anno, ha detto Foxconn, segnalando luglio-settembre l’utile netto è salito del 20 per cento da un anno fa a TWD 36,98 miliardi (circa Rs. 10.668 crore). Questo era sopra una stima di consenso Refinitiv di TWD 31,73 miliardi (circa Rs. 8.492 crore).

Gli analisti avevano detto che si aspettavano che le vendite robuste di iPhone avessero incrementato il business di Foxconn nel terzo trimestre, e l’azienda si è assicurata più del 75 per cento degli ordini di assemblaggio, compresi quelli per l’ultimo iPhone 13. Ma hanno avvertito che i problemi della catena di approvvigionamento potrebbero mettere in ombra qualsiasi ulteriore aumento a breve termine degli ordini di Foxconn.

Apple ha detto il mese scorso che i problemi della catena di approvvigionamento sono costati all’azienda 6 miliardi di dollari (circa 44.673 rupie) in vendite durante il trimestre luglio-settembre, e che l’impatto sarebbe peggiorato durante il periodo delle vacanze di fine anno.

“Nel breve termine, le spedizioni di iPhone 13 di Hon Hai continueranno ad essere influenzate dalla carenza di chipset, cosa che Tim Cook ha anche confermato” in una chiamata sui guadagni di Apple, ha scritto Fubon Research in una nota datata 8 novembre.

© 2021 SharTec - In primo piano in Tecnologia