Funzionario della sicurezza di Google accusato di aver preso in giro un dipendente gay

Funzionario della sicurezza di Google accusato di aver preso in giro un dipendente gay

Un senior manager del team di sicurezza globale di Google ha scherzato crudamente su una guardia di sicurezza aziendale in messaggi di testo, parte di un modello di molestie sul posto di lavoro contro il dipendente gay e nero, secondo una causa presentata dal dipendente questa settimana.

David Brown, che secondo la causa è impiegato congiuntamente dall’unità Alphabet e dalla società di sicurezza Allied Universal, sta cercando danni monetari non specificati per presunte molestie fisiche ed emotive presso gli uffici di Google a Los Angeles basate sul suo orientamento sessuale e la razza, che dice ha avuto luogo tra il 2014 e lo scorso anno.

Google e Allied Universal non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento.

Molte grandi aziende tra cui Google l’anno scorso hanno intensificato gli sforzi per creare luoghi di lavoro più inclusivi dopo le proteste sociali che richiamano l’attenzione sul razzismo. Alcuni lavoratori di Google, tra cui oltre 2.000 che hanno firmato una lettera aperta sulla questione nel mese di aprile, hanno detto che l’azienda non ritiene sufficientemente responsabili i colpevoli.

Il supervisore di Brown ha rappresentato gran parte del presunto comportamento problematico, tra cui “afferrarlo sulle natiche, prenderlo a calci nell’inguine, gettarlo attraverso una finestra a testa in giù e afferrare brutalmente i suoi capezzoli”, secondo la causa, che è stata presentata in un tribunale statale di Los Angeles.

Il supervisore, Henry Linares, è stato licenziato per altri motivi quest’anno, secondo la documentazione. Un profilo LinkedIn indica che ha lasciato Google e Allied Universal a luglio. Non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Il senior manager di Google per le operazioni della comunità globale, Rus Rossini, “ha partecipato alla discriminazione e alle molestie sessuali e non ha preso alcuna azione correttiva”, la causa sostiene ulteriormente.

Durante una chat l’anno scorso su oggetti mancanti dagli uffici di Google, che erano tranquilli a causa della pandemia, Rossini ha inviato un messaggio al supervisore: “Ricerche di strip per tutti”, secondo la causa e uno screenshot dello scambio visto da Reuters.

Dopo che il supervisore ha risposto che “David lo adorerà”, Rossini ha seguito: “Dite a David di piegarsi”. Il supervisore, che ha condiviso lo screenshot con Brown, ha risposto: “hahah gli dirò che hai detto Hellooo”.

Rossini non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento. Rimane impiegato a Google, secondo un profilo LinkedIn.

L’avvocato di Brown, V. James DeSimone, ha detto che Rossini avrebbe dovuto affrontare l’abuso, soprattutto dopo che Brown “ha girato quegli screenshot alle risorse umane, implicando Rossini nelle molestie”.

© Thomson Reuters 2021

Related Posts

© 2021 SharTec - In primo piano in Tecnologia