Gli scienziati spostano indietro l’età dell’umanità di 30.000 anni dopo una nuova ricerca

Gli scienziati spostano indietro l'età dell'umanità di 30.000 anni dopo una nuova ricerca

L’alba dell’umanità è un argomento che ci ha incuriosito a lungo. Gli scienziati hanno cercato di accertare la data precisa dell’origine per molto tempo, ma con poco successo. Di tanto in tanto, trovano fossili che spostano la data di qualche secolo in più. Ma lo sforzo è ancora in corso. Gli scienziati hanno concentrato la ricerca sul ritrovamento di fossili nell’Africa orientale perché rappresentano la nostra specie, l’Homo Sapiens. Recentemente hanno datato i primi resti umani trovati dopo una massiccia eruzione vulcanica in Etiopia a più di 230.000 anni fa, spingendo di nuovo l’età dei fossili più antichi molto più indietro di quanto si pensasse.

I resti – noti come Omo I – sono stati trovati in Etiopia alla fine degli anni ’60. Gli scienziati hanno cercato di datarli da allora. Si sono basati sulle impronte chimiche degli strati di cenere vulcanica trovati nei sedimenti in cui sono stati trovati i fossili. I primi tentativi ponevano l’età dei fossili a meno di 200.000 anni.

Ora, in una ricerca condotta dall’Università britannica di Cambridge, gli scienziati hanno determinato che i fossili di Omo I trovati in Etiopia devono essere più vecchi delle eruzioni vulcaniche avvenute 230.000 anni fa.

Hanno pubblicato la loro ricerca sulla rivista Nature.

I resti dell’Omo I sono stati trovati nella formazione Omo Kibish all’interno della East African Rift valley nel sud-ovest dell’Etiopia, una ricca fonte di resti umani e artefatti come gli strumenti di pietra. La dottoressa Celine Vidal, autrice principale dell’articolo, e i suoi colleghi hanno effettuato una nuova analisi geochimica della cenere vulcanica e hanno concluso che i campioni avevano più di 230.000 anni.

Vidal ha detto in una dichiarazione sul sito web dell’Università di Cambridge che era estasiata quando ha ottenuto i dati e ha scoperto che il più antico Homo sapiens della regione era più vecchio di quanto si pensasse in precedenza.