Google affronta un’inchiesta antitrust in India dopo che gli editori di notizie si lamentano

Google affronta un'inchiesta antitrust in India dopo che gli editori di notizie si lamentano

Il garante della concorrenza indiano venerdì ha ordinato un’indagine su Google di Alphabet in seguito alle accuse degli editori di notizie, dicendo che la sua opinione iniziale era che il gigante tecnologico aveva violato alcune leggi antitrust.

Nel suo ordine, la Commissione della concorrenza dell’India (CCI) ha detto che Google domina alcuni servizi di ricerca online nel paese e potrebbe aver imposto condizioni sleali agli editori di notizie.

Google non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Il denunciante, Digital News Publishers Association, che comprende le braccia digitali di alcune delle più grandi aziende di media dell’India, ha detto che Google ha negato entrate pubblicitarie eque ai suoi membri.

“In una democrazia ben funzionante, il ruolo critico giocato dai media non può essere minato”, ha detto l’ordine della CCI. “Sembra che Google stia usando la sua posizione dominante nei mercati rilevanti per entrare/proteggere la sua posizione nel mercato del servizio di aggregazione delle notizie”.

Le organizzazioni di notizie, che hanno perso entrate pubblicitarie a favore degli aggregatori online come Google, si sono lamentate per anni delle aziende tecnologiche che usano storie nei risultati di ricerca o altre caratteristiche senza pagamento.

L’ordine della CCI ha anche menzionato nuove regole in Australia e Francia – alimentate dalla lobby dei media e dalla pressione pubblica – che hanno portato ad accordi di licenza in tutto il mondo per un valore collettivo di miliardi di dollari.