Google propone impegni migliori sui cookie del browser: Regolatore della concorrenza del Regno Unito

Google propone impegni migliori sui cookie del browser: Regolatore della concorrenza del Regno Unito

Il regolatore della concorrenza britannico ha detto venerdì di aver ottenuto impegni migliori da Google di Alphabet sulle modifiche ai cookie di tracciamento degli utenti nel suo browser, compreso il gigante tecnologico statunitense che estende il tempo in cui gli impegni dureranno fino a sei anni.

La Competition and Markets Authority (CMA) ha indagato sul piano di Google di tagliare il supporto per alcuni cookie in Chrome perché è preoccupata che la mossa potrebbe impedire la concorrenza nella pubblicità digitale.

Google ha proposto di apportare modifiche al suo piano, che è chiamato “privacy sandbox”, nel mese di giugno, tra cui consentire alla CMA un ruolo di supervisione.

Google ha detto che gli impegni, se accettati, saranno applicati a livello globale.

La CMA ha detto che Google ha fatto nuovi impegni per affrontare alcune preoccupazioni rimanenti, tra cui l’offerta di impegni intorno alla riduzione dell’accesso agli indirizzi IP e il chiarimento dei limiti interni sui dati che potrebbe utilizzare.

L’amministratore delegato della CMA Andrea Coscelli ha detto: “Siamo sempre stati chiari sul fatto che gli sforzi di Google per proteggere la privacy degli utenti non possono venire al costo di una concorrenza ridotta”.

Ha aggiunto: “Se accettati, gli impegni che abbiamo ottenuto da Google diventano legalmente vincolanti, promuovendo la concorrenza nei mercati digitali, aiutando a proteggere la capacità degli editori online di raccogliere denaro attraverso la pubblicità e salvaguardando la privacy degli utenti.”

Google ha detto in un blog che è “determinato a garantire che il Privacy Sandbox sia sviluppato in un modo che funzioni per l’intero ecosistema”.

La CMA ha detto che si consulterà sui nuovi impegni fino al 17 dicembre.