I campioni lunari della missione cinese suggeriscono che la Luna si è raffreddata più tardi di quanto si pensasse

I campioni lunari della missione cinese suggeriscono che la Luna si è raffreddata più tardi di quanto si pensasse

Resti di lava solidificata riportati da una missione cinese erano 1 miliardo di anni più giovani del materiale acquisito da altre missioni decenni fa, secondo un articolo sulla rivista Science, suggerendo che la luna si è raffreddata più tardi di quanto si pensasse.

I campioni riportati dalle missioni americane e sovietiche avevano più di 2,9 miliardi di anni. I campioni acquisiti dalla missione cinese Chang’e-5 alla fine dell’anno scorso – circa 1,96 miliardi di anni – suggeriscono che l’attività vulcanica ha persistito più a lungo di quanto previsto in precedenza.

Lo scorso dicembre, la sonda cinese senza equipaggio è atterrata su una parte precedentemente non visitata di una massiccia pianura lavica, l’Oceanus Procellarum o “Oceani delle tempeste”. Circa 1.731 grammi di campioni lunari sono stati poi recuperati e riportati sulla Terra.

Uno degli obiettivi principali di Chang’e-5, che prende il nome dalla mitica dea cinese della luna, era quello di scoprire per quanto tempo la luna è rimasta vulcanicamente attiva.

“La regione Oceanus Procellarum della Luna è caratterizzata da alte concentrazioni di potassio, torio e uranio, elementi che generano calore attraverso il decadimento radioattivo a lunga vita e possono aver sostenuto una prolungata attività magmatica sul lato vicino della Luna”, hanno scritto gli autori dell’articolo, tra cui ricercatori cinesi.

L’articolo ha detto che la fonte di calore per l’attività magmatica potrebbe anche essere dovuta al cosiddetto “riscaldamento di marea”, o il calore generato dalla forza di attrazione gravitazionale della Terra.

La missione Chang’e-5 ha reso la Cina il terzo paese ad aver mai recuperato campioni lunari dopo gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica, che 45 anni fa ha lanciato l’ultima missione di successo per acquisire materiale dalla luna.

La Cina prevede di lanciare le missioni lunari Chang’e-6 e Chang’e-7, anch’esse senza equipaggio, nei prossimi cinque anni per esplorare il polo sud della luna.

Related Posts

© 2021 SharTec - In primo piano in Tecnologia