I servizi 5G saranno disponibili a Delhi, Mumbai, Chennai, Kolkata e altre città nel 2022

I servizi 5G saranno disponibili a Delhi, Mumbai, Chennai, Kolkata e altre città nel 2022

I servizi di telecomunicazione 5G sono impostati per essere lanciati in città selezionate in India nel 2022. Le città che sono impostate per ottenere i servizi di telecomunicazione 5G nel 2022 includono Gurugram, Bengaluru, Kolkata, Mumbai, Chandigarh, Delhi, Jamnagar, Ahmedabad, Chennai, Hyderabad, Lucknow, Pune e Gandhinagar.

I principali fornitori di servizi di telecomunicazione, Bharti Airtel, Reliance Jio e Vodafone Idea, hanno stabilito siti di prova 5G in queste città. “Queste metropolitane e grandi città saranno i primi luoghi per il lancio dei servizi 5G nel paese, il prossimo anno”, ha detto lunedì il Dipartimento delle telecomunicazioni (DoT).

Il 5G è l’ultimo aggiornamento delle reti mobili a banda larga a lunga evoluzione (LTE). Mentre il 4G è stato un grande balzo in avanti, permettendo alle persone di trasmettere musica e video in streaming in movimento, il 5G è progettato per collegare molti più tipi di dispositivi rispetto agli smartphone e offre velocità e capacità molto più elevate.

Oltre ai principali operatori di telecomunicazioni e ai produttori di smartphone, anche il governo è coinvolto attivamente per facilitare il rollout dei servizi 5G. Il Dipartimento delle Telecomunicazioni ha coinvolto i principali istituti di ricerca per lo sviluppo e il test della tecnologia 5G.

Otto agenzie – Indian Institute of Technology (IIT) Bombay, IIT Delhi, IIT Hyderabad, IIT Madras, IIT Kanpur, Indian Institute of Science (IISC) Bengaluru, Society for Applied Microwave Electronics Engineering & Research (SAMEER) e Centre of Excellence in Wireless Technology (CEWiT) – sono coinvolti nel progetto di ricerca chiamato ‘Indigenous 5G Test bed project’.

Il progetto Indigenous 5G Test bed è iniziato nel 2018 e dovrebbe essere completato entro il 31 dicembre 2021. Il progetto è stato finanziato dal Dipartimento delle Telecomunicazioni. Il dipartimento ha speso Rs224 crore per questo progetto.

“Costato Rs 224 crore, il progetto sarà probabilmente completato entro il 31 dicembre 2021, aprendo la strada al test end-to-end di 5G User Equipments (UEs) e attrezzature di rete da parte delle parti interessate 5G che sviluppano prodotti/servizi/casi d’uso 5G, comprese le start-up indigene, le PMI, l’università e l’industria del paese”, ha detto il Dipartimento delle Telecomunicazioni.

Il banco di prova indigeno 5G, un progetto di sviluppo tecnologico visionario iniziato nello spazio delle telecomunicazioni, permetterà lo sviluppo, il collaudo e la proliferazione dei componenti del sistema tecnologico 5G, casi d’uso intersettoriali, oltre a creare il fondamento per lo sviluppo del “paesaggio tecnologico 6G” nel paese, ha aggiunto.

All’inizio di questo mese, il segretario alle telecomunicazioni K Rajaraman ha espresso la speranza che il banco di prova 5G sarebbe stato lanciato all’inizio di gennaio. “Speriamo di lanciare questo banco di prova 5G all’inizio di gennaio che permetterà alle PMI e ad altre parti delle industrie di venire a testare la loro soluzione su una piattaforma di lavoro”, ha detto Rajaraman all’India Mobile Congress il 9 dicembre.

Test bed si riferisce alla creazione di un ambiente specifico per testare i prodotti o servizi. Include hardware, software, sistema operativo e configurazione di rete.
Poiché i test sono nella fase finale, l’assegnazione dello spettro sarebbe fondamentale per decidere il destino del lancio commerciale del 5G nel paese. Il Dipartimento delle Telecomunicazioni ha assegnato lo spettro a Bharti Airtel, Reliance Jio, Vodafone Idea e MTNL per i test 5G. Anche Ericsson, Nokia, Samsung e Mavenir sono impegnati nelle prove.

Nel settembre 2021, il Dipartimento delle Telecomunicazioni (DoT) ha inviato un riferimento alla Telecom Regulatory Authority of India (TRAI), chiedendo raccomandazioni per l’asta dello spettro individuato per le Telecomunicazioni Mobili Internazionali (IMT)/ 5G per quanto riguarda un prezzo di riserva, il piano di banda, la dimensione del blocco, la quantità di spettro da mettere all’asta e le condizioni delle aste in 526-698 MHZ,700 MHZ, 800 MHZ, 900 MHZ, 1800 MHZ, 2100 MHZ, 2300 MHZ, 2500 MHZ, 3300-3670 MHZ, e 24. 25-28.5 GHZ per le reti 5G pubbliche e private, per soddisfare i requisiti di spettro delle applicazioni 5G vincolate dell’industria (Industria 4.0).

“Il processo di assegnazione delle frequenze ai TSP sarebbe iniziato al più presto possibile”, ha detto il DoT.

Il 5G funziona principalmente in 3 bande, spettro a bassa, media e alta frequenza. Nello spettro di banda bassa, la velocità è limitata a 100 Mbps. Lo spettro a banda media, d’altra parte, offre velocità più elevate rispetto alla banda bassa, ma ha limitazioni in termini di area di copertura e penetrazione dei segnali. La velocità di Internet nello spettro a banda alta arriva fino a 20 Gbps. La più alta velocità di internet in 4G è stata registrata a 1 Gbps.

Mentre le reti 4G sono principalmente progettate per i telefoni, le reti 5G sono progettate per un uso molto più flessibile, sostituendo la necessità di molte reti speciali. Possono anche funzionare come molte reti separate – tutte allo stesso tempo.