Il capo di Xbox prevede di mantenere Call of Duty su PlayStation dopo l’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft

Il capo di Xbox prevede di mantenere Call of Duty su PlayStation dopo l'acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft

Microsoft ha recentemente annunciato che acquisirà Activision Blizzard per 68,7 miliardi di dollari (circa 5.10.990 crore). Le ruote sono state messe in moto, e l’affare dovrebbe chiudersi nell’anno fiscale 2023. Activision Blizzard ha attualmente titoli famosi come World of Warcraft, Diablo e Overwatch. Tuttavia, uno dei suoi franchise più notevoli è Call of Duty. Questa acquisizione ha gettato alcune nuvole sulla natura multipiattaforma dei giochi Call of Duty. Phil Spencer, CEO di Microsoft Gaming, ha menzionato in un recente tweet che sono stati in trattative con i leader di Sony per affrontare queste preoccupazioni.

Nel tweet, Spencer conferma le intenzioni di Microsoft “di onorare tutti gli accordi esistenti all’acquisizione di Activision Blizzard”. Egli menziona che Sony PlayStation continuerà a ricevere i giochi di Call of Duty, per il momento. Preoccupazioni simili sono sorte quando Microsoft ha acquisito Zenimax Media nel settembre 2021. Zenimax Media è la società madre di Bethesda che è famosa per titoli come Dishonored, Doom, Fallout e Elder Scrolls. Anche in quel momento, Microsoft ha scelto di onorare gli accordi esistenti relativi a Deathloop che ha lanciato come esclusiva PlayStation 5.

L’acquisizione di Activision Blizzard suggerisce anche il desiderio di Microsoft di dominare lo spazio di gioco mobile. Activision attualmente possiede lo studio di gioco mobile King, sviluppatore dei giochi Candy Crush. Activision è stata anche in grado di lanciare con successo Call of Duty: Mobile per Android e iOS.

Recenti rapporti hanno suggerito che Microsoft prevede di portare quanti più giochi Activision possibile al suo servizio di abbonamento Xbox Game Pass. Inoltre, è probabile che trasformi alcuni di questi giochi in esclusive Microsoft. Tuttavia, i fan PlayStation di titoli venerati come Elder Scrolls e Call of Duty potrebbero dover acquistare una console Xbox per giocare i futuri titoli dei loro franchise preferiti quando questi accordi faranno il loro corso.