Il CEO di Apple Tim Cook ha firmato un accordo da 275 miliardi di dollari per placare la Cina

Il CEO di Apple Tim Cook ha firmato un accordo da 275 miliardi di dollari per placare la Cina

Il CEO di Apple Tim Cook ha firmato un accordo con i funzionari cinesi, che si stima valga circa 275 miliardi di dollari (circa 20.75.700 crore di rupie), per placare le minacce che avrebbero ostacolato i suoi dispositivi e servizi nel paese, ha riferito The Information.

Apple non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento di Reuters.

L’accordo quinquennale è stato fatto quando Cook ha fatto visite in Cina nel 2016 per placare una serie di azioni di regolamentazione contro la società, il rapporto ha detto, citando interviste e documenti interni di Apple.

Cook ha fatto pressione sui funzionari cinesi, che credevano che l’azienda non stesse contribuendo abbastanza all’economia locale, e ha firmato l’accordo con un’agenzia governativa cinese, facendo concessioni a Pechino e ottenendo esenzioni legali chiave, ha aggiunto il rapporto.

Una parte dell’investimento di Apple in Cina andrebbe verso la costruzione di nuovi negozi al dettaglio, centri di ricerca e sviluppo e progetti di energia rinnovabile, ha detto il rapporto, citando l’accordo.

La Cina è uno dei più grandi mercati di Apple, con una crescita annuale delle vendite dell’83% nel paese nel suo quarto trimestre fiscale.

Come parte dell’accordo, Apple ha promesso di utilizzare più componenti da fornitori cinesi nei suoi dispositivi, firmare accordi con aziende di software cinesi, collaborare sulla tecnologia con le università cinesi e investire direttamente in aziende tecnologiche cinesi, ha detto il rapporto Information.