Il CEO di Volkswagen dice ai dipendenti che la “rivoluzione” è necessaria per affrontare Tesla, i produttori cinesi di EV

Il CEO di Volkswagen dice ai dipendenti che la "rivoluzione" è necessaria per affrontare Tesla, i produttori cinesi di EV

Il CEO di Volkswagen Herbert Diess ha detto giovedì ai dipendenti della casa automobilistica tedesca di prepararsi alla “rivoluzione” necessaria per affrontare il pioniere delle auto elettriche Tesla e i produttori cinesi.

“Nel nuovo mondo automobilistico, ci troviamo di fronte a una concorrenza che Volkswagen non ha mai visto prima”, ha detto Diess in un discorso presso lo stabilimento principale della casa automobilistica a Wolfsburg.

Il gruppo tedesco – i cui 12 marchi includono Audi, Porsche e Skoda – sta pompando 35 miliardi di euro (circa Rs. 2.60.423 crore) nel passaggio ai veicoli elettrici e mira a diventare il più grande produttore di auto elettriche del mondo entro il 2025.

Con VW che pianifica di smettere di produrre auto con motori a combustione interna in Europa per il suo omonimo marchio di punta già nel 2033, le sue strutture dovranno essere presto riattrezzate.

Diess ha detto di essere “preoccupato” per la fabbrica di Wolfsburg, il cui futuro è stato oggetto di un acceso dibattito all’interno del gruppo, sottolineando la “produttività impressionante” del nuovo impianto Tesla fuori Berlino dove la produzione dovrebbe iniziare nei prossimi mesi.

Tesla prevede di produrre un veicolo in 10 ore nel suo stabilimento tedesco, ha detto Diess, mentre la principale fabbrica di auto elettriche di Volkswagen a Zwickau richiede “più di 30 ore”.

Diess, che ha causato costernazione all’interno dell’azienda il mese scorso quando ha evocato la possibile perdita di 30.000 posti di lavoro a Wolfsburg, ha detto: “Oggi è il momento giusto per la rivoluzione VW”.

All’assemblea, la presidente del consiglio di fabbrica Daniela Cavallo ha detto che non c’è “una persona di troppo” nella fabbrica di Wolfsburg.

“Lei ci fornisce regolarmente delle belle foto dai suoi viaggi, ma non con i semiconduttori”, ha detto Cavallo, riferendosi alle recenti interruzioni della produzione causate da carenze del componente cruciale.

La “rivoluzione per Wolfsburg” prevista dal CEO è il progetto “Trinity” del gruppo: una nuova linea a batteria da produrre a partire dal 2026 che comporterà una grande ristrutturazione dello stabilimento centrale, che deve ancora iniziare a produrre un modello elettrico.

“Voglio che i vostri figli e nipoti abbiano un lavoro sicuro qui a Wolfsburg nel 2030”, ha detto Diess ai dipendenti, invitandoli a rendere Volkswagen “pronta per il futuro”.

La presidente del consiglio di fabbrica Cavallo ha intanto detto che la produzione di un altro modello elettrico nello stabilimento di Wolfsburg “significativamente prima di Trinity e 2026 è essenziale”.