Il co-fondatore di Dogecoin, Billy Markus, ha criticato Mozilla per aver messo in pausa le donazioni di criptovalute

Il co-fondatore di Dogecoin, Billy Markus, ha criticato Mozilla per aver messo in pausa le donazioni di criptovalute

Il co-fondatore di Dogecoin Billy Markus ha colpito Mozilla, l’azienda dietro il popolare browser Firefox, per aver messo un freno alle donazioni di criptovalute sulla base della revisione dell’impatto ambientale del crypto mining e se si allinea con gli obiettivi climatici esistenti della società. Markus ha accusato Mozilla su Twitter di aver ceduto ad una “folla ignorante e reazionaria di Internet” dopo aver deciso di fermare le donazioni accettate in criptovaluta, una caratteristica che è stata attiva dal 2014. Mozilla ha anche recentemente aperto alle donazioni in Dogecoin, che alla fine ha provocato il furore su Twitter.

Il co-creatore di Dogecoin Billy Markus ha twittato la sua disapprovazione della mossa, sottolineando l’impatto dei dollari di carta e delle infrastrutture bancarie tradizionali. “Aspetta che questi ragazzi sentano il costo ambientale dei dollari di carta e l’intera infrastruttura bancaria, sono sicuro che avranno lo stesso livello di crollo sul loro impatto ambientale costante”, ha scritto nel suo tweet.
per essere chiari, dovremmo preoccuparci per l’ambiente, solo y’know, riconoscere che se stiamo vivendo in un paese del primo mondo e piagnucolare su Twitter, siamo abbastanza terribile per il pianeta, e smettere di cercare di agire come tutto è la cosa peggiore mai e siamo tutti santi
– Shibetoshi Nakamoto (@BillyM2k) 7 gennaio 2022
Il clamore anti-crypto contro Mozilla è iniziato il 31 dicembre quando Mozilla ha ricordato ai suoi utenti che possono fare donazioni alla Fondazione Mozilla in Dogecoin, Bitcoin e Ether, dato che l’organizzazione non-profit accettava donazioni in cripto tramite la piattaforma BitPay.

Il post è stato accolto con una raffica di critiche, con molti scettici che sostenevano che l’organizzazione non-profit stava macchiando la sua reputazione. Alcune di queste persone hanno anche minacciato di cancellare le donazioni future. Il coro di disapprovazione includeva anche il co-fondatore di Mozilla Jamie Zawinski che potrebbe non aver contribuito al progetto dal 2000, ma è stato veemente nella sua critica.

L’espressione del dispiacere di Zawinski nei confronti della crittografia non si è fermata al tweet. Ha poi continuato a pubblicare un post sul suo sito web e ha scritto che il modello di business dell’industria crittografica non è realistico. “Producono solo inquinamento, nient’altro, e lo trasformano in denaro”, ha scritto Zawinski.

In seguito a questo, Mozilla ha deciso di mettere in pausa le donazioni di criptovalute e di avere una discussione interna sull’impatto ambientale delle criptovalute. Mozilla ha detto che rivedrà le sue politiche sulle donazioni di cripto e vedrà se è in linea con i suoi obiettivi climatici.
Mozilla ha accettato donazioni in criptovaluta per anni, cosa di cui la maggior parte dei critici di criptovalute erano ignari. La fondazione no-profit ha collaborato con Coinbase fin dal 2014 per iniziare a ricevere contributi in Bitcoin. Inoltre, le sue donazioni in criptovaluta vengono immediatamente convertite in fiat, ma la sola idea di legittimare le cripto sembra essere intollerabile per grandi gruppi su Twitter. Nel frattempo, per ritorsione, i sostenitori delle criptovalute ora affermano che smetteranno di usare il browser Firefox.