Il co-fondatore di YouTube cambia la descrizione del primo video sul sito per opporsi al nascondere il conteggio dei dislike | Entertainment News

Il co-fondatore di YouTube cambia la descrizione del primo video sul sito per opporsi al nascondere il conteggio dei dislike | Entertainment News

Il co-fondatore di YouTube Jawed Karim ha reagito ai cambiamenti della piattaforma di streaming video all’opzione di dislike, dicendo che è “un’idea stupida”. YouTube ha recentemente annunciato che smetterà di mostrare il conteggio dei dislike su tutti i video ospitati sulla sua piattaforma per proteggere i creatori da molestie e attacchi mirati. Ma la decisione non è andata giù a molti utenti di YouTube, compresi alcuni creatori di video. Per mostrare la sua disapprovazione, Karim ha aggiornato la descrizione del primo video caricato su YouTube – “Me At The Zoo”.

UPDATE: Karim ha modificato la descrizione ancora una volta, aggiungendo più informazioni. Ecco cosa ha detto:

Guardando l’annuncio di Matt Koval sulla rimozione dei dislikes, ho pensato che qualcosa non andava. Il video mi ha ricordato un’intervista che l’ammiraglio Jeremiah Denton ha rilasciato nel 1966. Non ho mai visto un annuncio meno entusiasta e più riluttante di qualcosa che dovrebbe essere grande.

Chiamare la rimozione dei dislikes una buona cosa per i creatori non può essere fatto senza conflitto da qualcuno che ha il titolo di “YouTube’s Creator Liaison”. Lo sappiamo perché non esiste un solo creatore di YouTube che pensi che la rimozione dei dislikes sia una buona idea — per YouTube o per i creatori.

Perché YouTube dovrebbe fare questo cambiamento universalmente non gradito? C’è una ragione, ma non è una buona ragione, e non sarà rivelata pubblicamente. Invece, ci saranno riferimenti a vari studi. Studi che apparentemente contraddicono il senso comune di ogni YouTuber.

La capacità di identificare facilmente e rapidamente il cattivo contenuto è una caratteristica essenziale di una piattaforma di contenuti generati dagli utenti. Perché? Perché non tutti i contenuti generati dagli utenti sono buoni. Non può esserlo. Infatti, la maggior parte di essi non è buona. E questo va bene. L’idea non è mai stata che tutti i contenuti siano buoni. L’idea era, tuttavia, che tra la marea di contenuti, ci sono grandi creazioni che aspettano di essere esposte. E perché questo accada, la roba che non è grande deve cadere di lato il più velocemente possibile.

Il processo funziona, e c’è un nome per questo: la saggezza delle folle. Il processo si rompe quando la piattaforma interferisce con esso. Allora, la piattaforma invariabilmente declina. YouTube vuole diventare un posto dove tutto è mediocre? Perché nulla può essere grande se nulla è mediocre.

Negli affari, c’è solo una cosa più importante di “Make it better”. Ed è “Non fare cazzate”.

“Quando tutti gli YouTuber sono d’accordo che rimuovere i dislikes è un’idea stupida, probabilmente lo è. Provaci ancora, YouTube”, ha scritto nella descrizione. Oltre ad essere il co-fondatore di YouTube, è anche la prima persona a caricare un video sul sito, che è il video “Me At The Zoo”. Più tardi, YouTube è stato venduto a Google.
Karim ha anche commentato il video che YouTube ha condiviso dettagliando la sua mossa per nascondere il conteggio dei dislike. Matt Koval, il Creator Liaison di YouTube, ha spiegato agli spettatori cosa significa la mossa. Koval dice che l’opzione dislike ha permesso ai creatori di sapere se il video era buono o no, ma, purtroppo, i team di ricerca hanno scoperto che gruppi di spettatori prendevano di mira un creatore, di solito perché non gli piace il creatore.

“Matt non sembra eccitato perché sa che è la decisione sbagliata”, ha detto Karim.

Ironicamente, il video di Matt Koval ha ottenuto 139.000 dislike contro appena 14.000 like. I critici spesso citano il conteggio pubblico dei like – o dei dislike – su un post video per suggerire che è dannoso. Facebook e Instagram hanno permesso agli utenti di rimuovere l’opzione. Dopo la recente mossa di YouTube, gli utenti saranno ancora in grado di cliccare sul pulsante “dislike” sotto una clip, ma i creatori non vedranno più il conteggio delle recensioni negative.