Il governo russo aumenta il controllo del mercato delle criptovalute per rintracciare e prevenire l’evasione fiscale

Il governo russo aumenta il controllo del mercato delle criptovalute per rintracciare e prevenire l'evasione fiscale

Il mercato delle criptovalute è sotto esame in Russia, poiché il governo sta cercando di impedire alle persone di evadere le tasse utilizzando queste criptovalute non tracciabili. Durante un’intervista, Danniil Egorov, il capo del Servizio Federale Russo delle Tasse (FNS) ha espresso preoccupazione per l’impatto negativo che le criptovalute potrebbero avere sull’erario nazionale se non monitorate correttamente. Secondo Egorov, queste criptovalute decentralizzate sono in grado di causare “un’erosione significativa” alla base imponibile della Russia. Il FNS sta ora esplorando i modi per rispondere anche alle evasioni fiscali delle criptovalute.

“Se parliamo di criptovalute, allora siamo ora abbastanza impegnati in questo mercato, rendendoci conto che questo sistema di calcolo può creare un’erosione abbastanza significativa per la base imponibile”, un rapporto dei media russi RBC Group ha citato il funzionario fiscale come detto lunedì 22 novembre.

Rivelando i piani di installazione di sistemi di tracciamento automatizzati per elaborare grandi volumi di dati, Egorov ha detto che è solo una questione di tempo che il legame “irrintracciabile” che rende unico lo spazio cripto, diventerà tracciabile.

“Le tecnologie vengono utilizzate, l’anonimizzazione viene utilizzata in termini di fornitura di servizi da vari truffatori, ovviamente. Quando si entra nello spazio digitale, si lascia comunque una traccia da qualche parte. Ed è una questione di tempo prima che questa traccia venga identificata”, ha aggiunto il funzionario del FNS.

Attualmente non rintracciabili in natura, le criptovalute sono un sistema finanziario digitale decentralizzato in cui le registrazioni sono mantenute utilizzando la crittografia, e non qualsiasi banca o intermediario fisico.

A partire dal 1 gennaio 2021, le criptovalute sono state dichiarate “permesse” in Russia – ma non possono essere usate come scambio di beni e servizi. I russi possono estrarre, commerciare e detenere criptovalute – ma usarle come opzione di pagamento può spingere le persone dietro le sbarre, come da un rapporto di Forbes.

Mentre il governo russo ha parlato di creare una propria valuta digitale regolamentata nel paese, detenere criptovalute non dichiarate tra 1.300 dollari (circa 97.500 rupie) e 13.000 dollari (circa 9,7 lakhs) è un reato passibile di multa e prigione nella nazione.

Regolamentare le criptovalute in tutto il mondo

Insieme alla Russia, anche altre nazioni stanno cercando modi per cucire la tassazione con le criptovalute.

In India, per esempio, il ministero delle finanze federale ha formato un nuovo comitato per scoprire se il reddito fatto dal trading di criptovalute potrebbe essere tassato.

All’inizio di questo mese, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha anche firmato una nuova legge che include disposizioni di reporting fiscale che si applicano alle criptovalute.

© 2021 SharTec - In primo piano in Tecnologia