Il primo ministro Narendra Modi avverte che Bitcoin potrebbe “rovinare” i giovani indiani, sollecita la cooperazione delle nazioni

Il primo ministro Narendra Modi avverte che Bitcoin potrebbe "rovinare" i giovani indiani, sollecita la cooperazione delle nazioni

Il primo ministro Narendra Modi durante un discorso virtuale al Dialogo di Sydney ha detto che le criptovalute non devono cadere nelle “mani sbagliate e rovinare la nostra gioventù” e ha esortato tutte le nazioni democratiche a lavorare insieme per garantire che ciò non accada. “Siamo in un momento di trasformazione”, La conferenza ospitata dall’Australian Strategic Policy Institute, ha visto il primo ministro sottolineare l’impatto dell’era digitale che “si verifica solo una volta in una generazione, dove la tecnologia e i dati stanno diventando nuove armi.”

Nel suo discorso al Dialogo di Sydney, il premier Modi ha inoltre affermato che il mondo ha inaugurato una nuova era di opportunità di progresso e prosperità. “Ma dobbiamo anche affrontare nuovi rischi e nuove forme di conflitto attraverso diverse minacce, dai fondali marini al cyber allo spazio”. La tecnologia è già diventata un importante strumento di competizione globale e la chiave per plasmare il futuro ordine internazionale”, ha detto.
È importante che tutte le nazioni democratiche lavorino insieme su questo e assicurarsi che non finisca in mani sbagliate, il che può rovinare la nostra gioventù: PM @narendramodi
– PMO India (@PMOIndia) 18 novembre 2021
Il keynote che ruotava intorno a “l’evoluzione e la rivoluzione tecnologica dell’India” ha avuto luogo sullo sfondo di un incontro di alto livello presieduto dal primo ministro la scorsa settimana, tenutosi per discutere le questioni relative alla regolamentazione delle criptovalute e per ascoltare le preoccupazioni sullo stato attuale delle cose nel mercato non regolamentato delle criptovalute in India e le sue possibili ricadute.

Nella riunione, è stato discusso che i mercati di criptovalute non regolamentati non possono essere autorizzati a diventare un modo per il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo – un punto che il primo ministro ha ribadito durante il suo discorso di oggi. Detto questo, fonti governative hanno detto a PTI che è consapevole del fatto che le criptovalute sono una tecnologia in evoluzione e che terrà un occhio attento e prenderà misure proattive verso la sua regolamentazione.

Una riunione separata è stata convocata dal comitato parlamentare permanente sulle finanze all’inizio di questa settimana dove varie parti interessate – tra cui artisti del calibro di scambi di criptovalute e il Blockchain and Crypto Assets Council (BACC), tra gli altri, sono arrivati alla conclusione che “la criptovaluta non può essere fermata” ma deve essere “regolata”, hanno detto fonti governative ad ANI.

Attualmente, non ci sono né regolamenti specifici né un divieto assoluto sull’uso delle criptovalute nel paese.

© 2021 SharTec - In primo piano in Tecnologia