Instagram sotto esame da parte dei procuratori generali degli Stati Uniti per i suoi effetti sui bambini

Instagram sotto esame da parte dei procuratori generali degli Stati Uniti per i suoi effetti sui bambini

Un gruppo di procuratori generali statali sta indagando sulla piattaforma di condivisione di foto Instagram e i suoi effetti su bambini e giovani adulti, dicendo che la sua società madre Facebook – ora chiamata Meta Platforms – ha ignorato la ricerca interna sui pericoli per la salute fisica e mentale che poneva ai giovani.

L’indagine è guidata da una coalizione bipartisan di procuratori generali di California, Florida, Kentucky, Massachusetts, Nebraska, New Jersey, Tennessee e Vermont. Segue i dannosi rapporti dei giornali, prima dal Wall Street Journal, basati sulla ricerca della società che ha scoperto che la società sapeva dei danni che Instagram può causare agli adolescenti – soprattutto alle ragazze adolescenti – quando si tratta di salute mentale e problemi di immagine corporea.

Da quei primi rapporti, un consorzio di organizzazioni di notizie, tra cui The Associated Press, hanno pubblicato le loro scoperte basate su documenti trapelati dalla whistleblower Frances Haugen, che ha testimoniato davanti al Congresso e una commissione parlamentare britannica su ciò che ha trovato.

“Per troppo tempo, Meta ha ignorato il disastro che Instagram sta causando sulla salute mentale e il benessere dei nostri bambini e ragazzi”, ha detto il procuratore generale della California Rob Bonta. “Quando è troppo è troppo. Abbiamo intrapreso questa indagine nazionale per ottenere risposte sugli sforzi di Meta per promuovere l’uso di questa piattaforma di social media ai giovani californiani – e per determinare se, nel farlo, Meta ha violato la legge”.

L’indagine mira, tra le altre cose, le tecniche che Meta usa per mantenere i giovani sulle sue piattaforme – e i danni che il tempo prolungato trascorso su Instagram può causare.

In una dichiarazione, la portavoce di Meta Liza Crenshaw ha chiamato le accuse “false” e ha detto che dimostrano “un profondo fraintendimento dei fatti”.

“Mentre le sfide nel proteggere i giovani online hanno un impatto sull’intera industria, abbiamo guidato il settore nella lotta contro il bullismo e nel sostegno alle persone che lottano con pensieri suicidi, autolesionismo e disturbi alimentari”, ha detto Crenshaw nella dichiarazione.

Le indagini statali seguono un annuncio di lunedì che il più grande fondo pensionistico dei dipendenti pubblici dell’Ohio ha fatto causa a Meta, sostenendo che ha rotto la legge federale sui titoli ingannando di proposito il pubblico sugli effetti negativi delle sue piattaforme sociali e gli algoritmi che le gestiscono.

La causa dell’Ohio Public Employees Retirement System sostiene che Facebook ha sepolto scoperte scomode su come l’azienda ha gestito quegli algoritmi, così come i passi che ha detto che stava prendendo per proteggere il pubblico.
Red Notice è più (o meno) della somma dei suoi protagonisti: Dwayne Johnson, Ryan Reynolds e Gal Gadot? Ne parliamo su Orbital, il podcast di SharTec.eu.

© 2021 SharTec - In primo piano in Tecnologia