Kilohertz Definizione significato

Cos’è il Kilohertz?

Un kilohertz (abbreviato “kHz”) è uguale a 1.000 hertz. Come l’hertz, il kilohertz è usato per misurare frequenza, o cicli al secondo. Poiché un hertz è un ciclo al secondo, un kilohertz è uguale a 1.000 cicli al secondo.

Kilohertz è comunemente usato per misurare le frequenze delle onde sonore, poiché lo spettro udibile delle frequenze sonore è tra 20 Hz e 20 kHz. Per esempio, il Do centrale (C4) sulla tastiera di un pianoforte produce una frequenza di 261,63 Hz. Il tasto C due ottave sopra il C medio (C6) produce una frequenza di poco più di 1 kHz (1.046,5 Hz). Poiché la frequenza del suono raddoppia ad ogni ottava, il tasto C7 produce una frequenza udibile di poco più di 2 kHz (2.093 Hz). Come si può intuire, le frequenze sopra i 2 kHz suonano molto acute.

Le onde sonore e le onde radio a bassa frequenza sono spesso misurate in kilohertz. Altre onde, come le onde radio ad alta frequenza, le onde della luce visibile e i raggi ultravioletti, hanno frequenze molto più alte. Pertanto, la maggior parte delle onde nello spettro elettromagnetico sono misurate in megahertz, gigahertz, o unità di misura ancora maggiori.

Abbreviazione:kHz

La descrizione di Kilohertz in questa pagina è la definizione originale di SharTec.eu. Se volete linkare questa pagina, non dimenticate di citare la fonte dell’articolo.

SharTec.eu mira a spiegare la terminologia informatica in un modo che sia facile da capire. Ci sforziamo di essere semplici e precisi in ogni definizione che pubblichiamo. Se hai commenti sulla descrizione di Kilohertz o vuoi suggerire un nuovo termine tecnico, contattaci.