L’unità di Binance in Turchia accusata di violazioni dopo un’ispezione di responsabilità, con una multa di 8 milioni di TRY

L'unità di Binance in Turchia accusata di violazioni dopo un'ispezione di responsabilità, con una multa di 8 milioni di TRY

Binance è stata multata dal Turkey’s Financial Crimes Investigation Board (MASAK) dopo che alcune violazioni sono state identificate durante un’ispezione. All’unità locale di Binance è stato chiesto di pagare 8 milioni di TRY (circa 5 crore di rupie) come parte della multa. L’azienda è stata accusata di aver mostrato inosservanza delle leggi sulla valuta digitale relative alle informazioni dei clienti nella nazione. Binance opera sotto il nome di BN Teknoloji in Turchia. Per ora, né BN Teknoloji né MASAK hanno commentato pubblicamente la questione.

Binance è stata anche accusata di non aver fornito informazioni sui clienti relative al riciclaggio di denaro in conformità con le nuove leggi che sono state promulgate all’inizio dell’anno, ha riferito Reuters.

La multa imposta a BN Teknoloji è diventata la prima del suo genere perché le autorità turche hanno deciso di sorvegliare e monitorare i fornitori di servizi di cripto asset a maggio.

Lo sviluppo arriva dopo che il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan ha accennato all’introduzione di una legge sulle criptovalute per rendere lo spazio cripto vantaggioso per gli investitori.

Il presidente turco sta considerando la legalizzazione dell’uso delle criptovalute nel paese.

In un rapporto sulle criptovalute pubblicato nel 2020 dall’Autorità turca per le tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni (ICTA), è stato stimato che ci sono quasi 2,4 milioni di utenti nel paese, circa il tre per cento della popolazione totale.