La Casa Bianca propone una “Carta dei diritti” della tecnologia per limitare i danni dell’IA

La Casa Bianca propone una "Carta dei diritti" della tecnologia per limitare i danni dell'IA

Gli alti consiglieri scientifici del presidente Joe Biden chiedono una nuova “legge dei diritti” per difendersi dalla nuova potente tecnologia di intelligenza artificiale.

L’Ufficio della politica scientifica e tecnologica della Casa Bianca venerdì ha lanciato una missione d’inchiesta per esaminare il riconoscimento facciale e altri strumenti biometrici utilizzati per identificare le persone o valutare i loro stati emotivi o mentali e il carattere.

Il capo consigliere scientifico di Biden, Eric Lander, e il vicedirettore per la scienza e la società, Alondra Nelson, hanno anche pubblicato un articolo sulla rivista Wired che descrive in dettaglio la necessità di sviluppare nuove salvaguardie contro gli usi sbagliati e dannosi dell’IA che possono ingiustamente discriminare le persone o violare la loro privacy.

“Enumerare i diritti è solo un primo passo”, hanno scritto. “Cosa potremmo fare per proteggerli? Le possibilità includono il rifiuto da parte del governo federale di acquistare software o prodotti tecnologici che non rispettano questi diritti, richiedendo agli appaltatori federali di utilizzare tecnologie che aderiscono a questa ‘carta dei diritti’, o adottando nuove leggi e regolamenti per colmare le lacune”.

Questa non è la prima volta che l’amministrazione Biden ha espresso preoccupazioni circa gli usi dannosi dell’IA, ma è uno dei suoi passi più chiari per fare qualcosa al riguardo.

I regolatori europei hanno già preso misure per tenere a freno le applicazioni AI più rischiose che potrebbero minacciare la sicurezza o i diritti delle persone. I legislatori del Parlamento europeo hanno fatto un passo questa settimana a favore del divieto della sorveglianza biometrica di massa, anche se nessuna delle nazioni del blocco è vincolata al voto di martedì che ha chiesto nuove regole per bloccare le forze dell’ordine dalla scansione delle caratteristiche facciali negli spazi pubblici.

I leader politici delle democrazie occidentali hanno detto di voler bilanciare il desiderio di sfruttare il potenziale economico e sociale dell’IA, pur affrontando le crescenti preoccupazioni circa l’affidabilità degli strumenti che possono tracciare e profilare gli individui e fare raccomandazioni su chi ha accesso a posti di lavoro, prestiti e opportunità educative.

Un documento federale depositato venerdì cerca commenti pubblici da sviluppatori AI, esperti e chiunque sia stato colpito dalla raccolta di dati biometrici.

L’associazione di categoria del software BSA, sostenuta da aziende come Microsoft, IBM, Oracle e Salesforce, ha detto che ha accolto con favore l’attenzione della Casa Bianca per combattere i pregiudizi dell’IA, ma sta spingendo per un approccio che richiederebbe alle aziende di fare la propria valutazione dei rischi delle loro applicazioni IA e poi mostrare come mitigare tali rischi.

Related Posts

© 2021 SharTec - In primo piano in Tecnologia