La missione SpaceX Crew-2 della NASA tornerà sulla terra dopo 199 giorni nello spazio dopo il ritardo dovuto al maltempo

La missione SpaceX Crew-2 della NASA tornerà sulla terra dopo 199 giorni nello spazio dopo il ritardo dovuto al maltempo

La missione SpaceX Crew-2 della NASA, composta da quattro membri, ha come obiettivo il ritorno sulla Terra lunedì 8 novembre. Lo splashdown è previsto al largo della costa della Florida, USA. Il veicolo spaziale Crew Dragon, chiamato Endeavour, era stato precedentemente programmato per sganciarsi dalla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) il 7 novembre. Tuttavia, i team della missione hanno ritardato il ritorno a causa del maltempo nei pressi della regione di splashdown. Nel comunicato stampa della NASA si legge: “I team della missione hanno deciso di rimandare lo sgancio di domenica 7 novembre a seguito di un’analisi meteorologica pianificata che ha mostrato venti forti sfavorevoli per il recupero vicino alla zona dello splashdown nel Golfo del Messico”.

Questa missione era composta da quattro astronauti: Shane Kimbrough e Megan McArthur della NASA, Aki Hoshide della JAXA (Japan Aerospace Exploration Agency) e Thomas Pesquet dell’ESA (European Space Agency). Secondo la dichiarazione della NASA, i quattro astronauti completeranno 199 giorni nello spazio al termine della loro missione.

Nel comunicato stampa, la NASA ha detto che la navicella Crew Dragon dovrebbe sganciarsi dalla ISS alle 2:05 pm Eastern Time (ET) l’8 novembre. “La missione SpaceX Crew-2 della NASA ha ora come obiettivo il ritorno sulla Terra non prima delle 10:33 p.m. EST di lunedì 8 novembre, con uno splashdown al largo della costa della Florida”, si legge nel comunicato stampa.

Endeavour tornerà sulla Terra con quasi 530 libbre (240 kg) di hardware e indagini scientifiche. La navicella intraprenderà anche una manovra di “fly around” per catturare immagini dell’esterno della ISS. Questo aiuterà anche a raccogliere informazioni su luoghi aggiuntivi e alternativi di ammaraggio al largo della costa della Florida.

Prima del ritorno, il team prenderà in considerazione sette possibili luoghi di atterraggio e determinerà un “luogo primario e alternativo di ammaraggio” in base a fattori come il tempo, il salvataggio dell’equipaggio e le operazioni di recupero.

La missione SpaceX Crew-2 è la seconda delle sei missioni con equipaggio della NASA e di SpaceX che fanno parte del programma Commercial Crew dell’agenzia.