La Nigeria lancia la valuta digitale eNaira tra speranza, scetticismo e molta incertezza

La Nigeria lancia la valuta digitale eNaira tra speranza, scetticismo e molta incertezza

La Nigeria lunedì è diventata la prima nazione africana a lanciare una valuta digitale – l’eNaira – una mossa che i suoi leader hanno detto che espanderà l’accesso alle banche, permetterà più rimesse e persino farà crescere l’economia di miliardi di dollari.

La nazione più popolosa dell’Africa si unisce alle Bahamas, la prima a lanciare una valuta digitale generale della banca centrale, conosciuta come Sand Dollar, in ottobre. La Cina ha prove in corso e la Svizzera e la Banca di Francia hanno annunciato il primo esperimento transfrontaliero in Europa.

Ma gli esperti e gli utenti di criptovalute nella più grande economia del continente dicono che il fatto che ci sono più domande che risposte per quanto riguarda l’eNaira – e una grande quantità di preoccupazione sulla coerenza delle regole della Banca Centrale (CBN) – significa che il governo affronta un percorso difficile per rendere l’eNaira un successo.

Il governatore della Banca centrale Godwin Emefiele ha detto durante il lancio di lunedì che c’è stato “un interesse travolgente e una risposta incoraggiante”, aggiungendo che 33 banche, 2.000 clienti e 120 commercianti si sono già registrati con successo alla piattaforma, che è disponibile tramite un’applicazione su Apple e Android.

Circa 200 milioni di nairas di eNaira, che manterranno la parità con la valuta tradizionale, sono stati rilasciati alle istituzioni finanziarie, ha detto. Il presidente Muhammadu Buhari ha detto che l’uso della moneta potrebbe far crescere l’economia di 29 miliardi di dollari (circa 2.17.850 crore di rupie) in dieci anni, permettere il pagamento diretto del benessere del governo e anche aumentare la base imponibile.

La giovane popolazione nigeriana, esperta di tecnologia, ha adottato con entusiasmo le valute digitali. L’uso delle criptovalute è cresciuto rapidamente nonostante il divieto della Banca centrale a febbraio sulle banche e le istituzioni finanziarie che trattano o facilitano le transazioni in esse.

La Nigeria si è classificata settima nell’indice di adozione globale delle criptovalute del 2021, compilato dalla società di ricerca Chainalysis. Le valute digitali ufficiali, a differenza delle criptovalute come il bitcoin, sono sostenute e controllate dalla banca centrale.

Ma una parte di ciò che ha spinto la Nigeria ad adottare con entusiasmo le criptovalute è stato lo spostamento delle regole della Banca centrale per quanto riguarda l’accesso alla valuta estera – e il valore della naira in picchiata sui mercati paralleli che ha visto i risparmi ridursi.

“Non è chiaro guardando il corpo di lavoro della CBN che i nigeriani sarebbero a loro agio nell’usare questo”, ha detto Ikemesit Effiong, capo della ricerca della società di consulenza SBM Intelligence con sede a Lagos.

Ha aggiunto che la CBN non ha ancora chiarito se gli utenti potrebbero ritrasferire l’eNaira in naira tradizionale, se potrebbero usare la criptovaluta per comprare o vendere l’eNaira o anche se ci sarebbero luoghi fisici per usare e trasferire l’eNaira, o se sarebbe interamente digitale.

“Ci sono più domande che risposte, anche se stiamo guardando il lancio di questa moneta digitale. Il fatto che questo sia il caso così tardi nel gioco è preoccupante”, ha detto a Reuters.
La CBN ha pubblicato una FAQ di nove pagine, che ha detto che gli utenti di eNaira avrebbero avuto accesso tramite l’applicazione del telefono, l’internet banking o un codice digitato dai telefoni cellulari, ma non ha affrontato la trasferibilità o altre domande sollevate da Effiong.

Solo tre canali televisivi locali sono stati autorizzati a partecipare al lancio, e i funzionari non hanno risposto a nessuna domanda.

Per il 28enne Ebuka Joseph, un commerciante d’arte ed entusiasta utente di criptovaluta nella capitale commerciale, Lagos, l’incertezza significa che rimarrà in disparte, per ora.

Le sue preoccupazioni si concentrano sulla possibilità di cambiare facilmente l’eNaira in valuta normale.

“Ho avuto problemi a fidarmi della banca centrale … perché hanno già vietato le criptovalute”, ha detto a Reuters. “Voglio sentire la gente, vedere la gente che la usa, prima di avventurarmi in questo campo”.