La piattaforma di scambio di criptovalute BitMEX annuncia il token di scambio nativo BMEX

La piattaforma di scambio di criptovalute BitMEX annuncia il token di scambio nativo BMEX

BitMEX, uno dei primi scambi di criptovalute ad iniziare ad offrire prodotti derivati come i contratti futures, ha annunciato il lancio di un token nativo chiamato BMEX. I possessori del token saranno in grado di godere di una serie di vantaggi tra cui sconti di trading, migliori tassi per il prodotto Earn dello scambio, accesso all’accademia di trading di BitMEX e altro ancora. Lo scambio di criptovalute con sede alle Seychelles prevede di pubblicare il whitepaper BMEX entro la fine di gennaio 2022 e iniziare a distribuire i token il 1 febbraio 2022, tramite airdrop agli utenti idonei.

BitMEX afferma sul suo sito web che il token BMEX avrà una fornitura massima di 450 milioni di gettoni in cinque anni. Di questa fornitura, il 20% è già destinato ai dipendenti di BitMEX. Lo scambio utilizzerà “un altro 25 per cento per [il suo] impegno a lungo termine per il token e l’ecosistema”.
Siamo entusiasti di annunciare il conio del nostro token, BMEX ????The Token for True Believers! Scopri come essere idoneo al nostro #BMEX #airdrop qui: pic.twitter.com/9naBGT08wM
– BitMEX (@BitMEX) 21 dicembre 2021
I primi 50.000 nuovi utenti che si iscrivono prima del 31 gennaio 2022 e completano il protocollo KYC di BitMEX riceveranno 5 token BMEX e 10 token Tether. Gli utenti possono guadagnare altri 15 token BMEX se convincono altre tre persone a fare lo stesso prima della scadenza di gennaio. Gli utenti esistenti possono iniziare a guadagnare fino al 25 per cento delle loro commissioni di trading in BMEX semplicemente facendo trading sullo scambio.

Non c’è un prezzo di quotazione del valore di ogni token BMEX in quanto sarà determinato dal mercato al lancio del ramo spot della società all’inizio del secondo trimestre. Vale la pena notare che gli utenti non saranno in grado di ritirare i token fino all’inizio del trading spot.

Fondata nel 2014 da Arthur Hayes, Samuel Reed e Ben Delo, BitMEX è stata una delle prime borse di criptovalute sul mercato ad iniziare ad offrire prodotti derivati o accordi che consentono ai suoi titolari di acquistare o vendere un bene ad una data specifica e ad un prezzo specifico.

Come tali contratti hanno guadagnato popolarità nel corso degli anni, hanno reso i fondatori di BitMEX miliardari nel nascente mondo delle criptovalute, BitMEX alla fine è finito sotto il fuoco normativo per preoccupazioni che ruotavano principalmente intorno alle regole KYC lassiste della piattaforma.

Anche se lo scambio alla fine ha implementato misure di conformità più rigorose nell’ottobre 2020, BitMEX ha risolto la questione con la Commodity Futures Trading Commission (CFTC) e la Financial Crimes Enforcement Network (FinCEN) nell’agosto 2021 per 100 milioni di dollari (circa Rs. 752,22 crore) per non aver raccolto informazioni di identificazione sui suoi clienti.