La sostituzione dello schermo dell’iPhone 13 da parte di terzi disabilita Face ID, una mossa che potrebbe distruggere l’industria delle riparazioni: iFixit

La sostituzione dello schermo dell’iPhone 13 attraverso un negozio di riparazioni di terze parti disabiliterebbe completamente la funzionalità di Face ID, come rivela una nuova indagine di iFixit. Si dice che questa sia una mossa deliberata da parte di Apple nel tentativo di impedire agli utenti di iPhone di andare per le riparazioni di terze parti. Portando questa barriera di sostituzione dello schermo, iFixit dice che Apple potrebbe frantumare completamente l’industria delle riparazioni di iPhone, definendolo un “giorno buio per i riparatori, sia fai da te che professionali”. La riparazione di iPhone da parte di terzi è diventata difficile a causa di un piccolo chip microcontrollore che accoppia lo schermo al telefono. Questo chip è nascosto nella parte inferiore dello schermo.

iFixit ha dettagliato come il nuovo iPhone 13 disabilita completamente la sua funzionalità di punta Face ID quando si sostituisce lo schermo. Ha un piccolo microcontrollore che deve essere accoppiato con il chip appena sostituito, e questo, apparentemente, può essere fatto solo utilizzando un software segreto a cui solo i riparatori autorizzati Apple hanno accesso. Questo significa che i normali riparatori di terze parti non saranno in grado di riparare lo schermo dell’iPhone senza dover sacrificare importanti funzionalità. iFixit nota che questo potrebbe avere enormi implicazioni per l’industria della riparazione professionale, per la quale Apple è il marchio dominante da assistere. I piccoli negozi potrebbero essere chiusi, costretti a scegliere tra spendere migliaia di dollari in nuove attrezzature o perdere un’importante fonte di reddito.

Per i riparatori che vogliono sopravvivere, avranno bisogno di unirsi alla rete di riparazione autorizzata di Apple o di spostare fisicamente il chip saldato dallo schermo originale a quello sostitutivo. iFixit dice che questo richiederà nuove attrezzature come un microscopio o una webcam ad alta risoluzione, una stazione di rilavorazione ad aria calda, un saldatore a punta fine, e i necessari stencil BGA, flussante e altre forniture. Molti riparatori, riferisce iFixit, stanno anche cercando un’altra linea di lavoro.

iFixit riporta che l’errore di Face ID si presenta anche dopo aver sostituito il display di un iPhone 13 Pro Max con un altro display originale di iPhone 13 Pro Max. Questo è stato testato mentre il telefono era in esecuzione su iOS 15.1. Il comportamento monopolistico di Apple non è nuovo, dice iFixit, ha bloccato la riparazione per anni. Ma bloccando la riparazione più comune per i loro dispositivi, Apple ha messo a rischio la fonte di reddito di molti riparatori. “Se vogliamo che le officine di riparazione esistano nelle nostre comunità locali, non abbiamo altra scelta se non quella di far passare una legislazione sul diritto alla riparazione per proteggerle da questo comportamento predatorio e monopolistico”, dice iFixit.