L’affare abbandonato di Zoom con Five9 mostra gli ostacoli all’espansione

L'affare abbandonato di Zoom con Five9 mostra gli ostacoli all'espansione

L’acquisizione abortita di Zoom da 14,7 miliardi di dollari (circa 1.09.280 crore) della società di software per call center Five9 ha messo in luce le questioni che peseranno sul prossimo tentativo del gigante delle riunioni virtuali di espandersi attraverso il dealmaking, hanno detto analisti e banchieri di investimento.

La riluttanza di Zoom ad aggiungere contanti alla sua offerta e contare esclusivamente sulle sue azioni come valuta per pagare l’affare Five9 ha avuto un ritorno di fiamma dopo che le sue azioni sono scivolate fino al 29% nelle settimane dopo che l’affare è stato annunciato a luglio, sulle preoccupazioni che il ritorno alle riunioni fisiche come la pandemia COVID-19 scema eroderà il suo business.

Gli azionisti di Five9 hanno votato contro l’accordo la scorsa settimana.

Banchieri d’investimento e analisti hanno detto che le azioni di Zoom rimarranno probabilmente volatili fino a quando gli investitori stabiliranno quali saranno le prospettive del suo business una volta che la pandemia sarà finita. Questo diminuisce le possibilità che un altro obiettivo di acquisizione accetti le azioni di Zoom come valuta nel breve termine, hanno detto.

Zoom non ha quasi nessun debito, ma aveva solo 2 miliardi di dollari (circa 14.865 crore di Rs) in contanti alla fine di luglio, di cui ha bisogno per finanziare le iniziative di crescita.

“Zoom deve capire come mantenere alcuni dei clienti che hanno firmato come abbonati individuali che potrebbero non avere bisogno di Zoom quando torneranno a una vita più fisica”, ha detto Alex Zukin, un analista di Wolfe Research.

Zoom ha rifiutato di commentare.

Un altro ostacolo che potrebbe dare la prossima azienda che attirerà l’interesse di acquisizione di Zoom pausa è i suoi legami con la Cina. I procuratori statunitensi hanno accusato un ex dirigente cinese di Zoom l’anno scorso di aver interrotto le riunioni video per commemorare il 31° anniversario della repressione di Piazza Tienanmen su richiesta del governo cinese.

Un comitato guidato dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha detto il mese scorso che stava esaminando l’acquisizione proposta da Zoom di Five9 per vedere se “pone un rischio per la sicurezza nazionale o gli interessi delle forze dell’ordine”.

Mentre gli azionisti di Five9 hanno votato contro l’affare Zoom prima che la revisione si concludesse, gli analisti hanno detto che l’intervento normativo ha esposto un rischio che continuerà a pesare sulla mente di altri obiettivi di acquisizione.

“Il governo degli Stati Uniti è probabile che dia un maggiore controllo alle transazioni che coinvolgono aziende con talento ingegneristico o altre operazioni in Cina”, ha detto Sujit Raman, un ex vice procuratore generale associato degli Stati Uniti che è ora partner dello studio legale Sidley Austin LLP specializzato in indagini governative.

Fondi speculativi attivisti

Zoom ha cercato di acquisire Five9, il cui software di call center è utilizzato da più di 2.000 aziende in tutto il mondo per interagire con i loro clienti, offrendo più prodotti oltre la sua ammiraglia di teleconferenza. Senza alcuna acquisizione trasformativa, gli azionisti di Zoom probabilmente cresceranno ansiosi per la dipendenza dell’azienda dalle riunioni virtuali, la cui popolarità ha raggiunto il picco, hanno detto alcuni investitori.
Dianne McKeever, chief investment officer della società di investimenti Ides Capital Management, ha detto che è possibile che un fondo speculativo attivista cerchi di approfittare della situazione accumulando una partecipazione in Zoom e spingendo per dei cambiamenti.

“Quando un accordo cade a pezzi, la vendita forzata da parte di fondi spesso focalizzati sul breve termine e guidati dagli eventi può creare un’opportunità di valutazione fuori misura per un investitore a lungo termine”, ha detto McKeever.

Gli esempi di aziende che hanno attirato l’ira degli investitori dopo aver sbagliato un tentativo di acquisizione abbondano. Il fondo speculativo TCI Fund Management, uno dei più grandi investitori in Canadian National Railway Co, sta chiedendo al CEO della ferrovia di dimettersi dopo la sua fallita offerta di acquisizione di 29 miliardi di dollari (circa 2.15.540 crore) per Kansas City Southern.

Gli hedge fund attivisti Starboard Value LP e Elliott Management Corp hanno accumulato quote in Willis Towers Watson, la cui fusione da 30 miliardi di dollari (circa 2.22.970 crore) con il broker assicurativo Aon è stata annullata all’inizio di quest’anno a causa delle obiezioni dei regolatori americani.

Per essere sicuri, lo stock di Zoom può essere costoso per alcuni fondi hedge attivisti, hanno detto gli analisti. Inoltre non è ovvio se ci sarebbe un acquirente per Zoom, che è qualcosa che alcuni fondi hedge attivisti potrebbero spingere per.

Ancora, un accordo fallito può essere interpretato da alcuni investitori come un segnale da parte del consiglio di amministrazione di una società che non può sbloccare più valore, ha detto Lawrence Elbaum, co-capo della pratica di attivismo degli azionisti dello studio legale Vinson & Elkins.

“Questo rende immediatamente i loro posti nel consiglio di amministrazione vulnerabili in una campagna di attivismo”, ha detto Elbaum.

© Thomson Reuters 2021

Related Posts

© 2021 SharTec - In primo piano in Tecnologia