L’app Google Pay non avrà il mobile banking, l’azienda stacca la spina su Plex

L'app Google Pay non avrà il mobile banking, l'azienda stacca la spina su Plex

Google ha frenato un progetto per aggiungere il mobile banking alla sua app Pay, anche se il mercato dei servizi finanziari online per gli investitori quotidiani si riscalda.

L’azienda ha terminato il lavoro sul suo progetto Plex, ma continua a guardare i modi per integrare i servizi finanziari, un portavoce ha detto venerdì confermando un rapporto del Wall Street Journal.

Plex avrebbe permesso all’app Pay di agire come un’interfaccia per banche o cooperative di credito, permettendo agli utenti di accedere ai loro risparmi e conti correnti.

Lo sviluppo del progetto da parte di Google è arrivato mentre un certo numero di aziende internet, da Amazon e PayPal a Square e Robinhood, hanno cavalcato una tendenza a fornire strumenti finanziari per fare acquisti, prendere in prestito o investire online.

“Stiamo aggiornando il nostro approccio per concentrarci principalmente sulla fornitura di abilitazione digitale per le banche e altri fornitori di servizi finanziari, piuttosto che servire come fornitore di questi servizi”, ha detto il portavoce in risposta a un’inchiesta AFP.

“Crediamo fortemente che questo sia il modo migliore per Google di aiutare i consumatori a ottenere un migliore accesso ai servizi finanziari”.

Google ha detto alla fine dello scorso anno che stava lavorando con quasi una dozzina di cooperative di credito e banche, tra cui Citigroup, per l’inclusione nel suo progetto Plex per la sua applicazione mobile Pay disponibile su smartphone Android.

L’app Pay permette agli utenti di pagare le transazioni, inviare denaro agli amici e memorizzare le carte fedeltà, tra gli altri vantaggi.

Circa 400.000 persone si erano registrate su una lista d’attesa per Plex, secondo il Wall Street Journal.

Related Posts

© 2021 SharTec - In primo piano in Tecnologia