Lo sviluppatore di PUBG Krafton ha intentato una causa contro lo sviluppatore di fuoco libero Garena, Apple, Google

Lo sviluppatore di PUBG Krafton ha intentato una causa contro lo sviluppatore di fuoco libero Garena, Apple, Google

Lo sviluppatore di PUBG Krafton ha intentato una causa contro Garena, Apple e Google. Krafton ha sostenuto che Garena – che ha rilasciato i giochi battle royale Free Fire e Free Fire Max – ha copiato PUBG: Battlegrounds e sta facendo causa a Apple e Google per la distribuzione dei giochi sui loro rispettivi app store. Krafton ha anche accusato Google di ospitare video su YouTube che mostrano il gameplay di Free Fire e Free Fire Max di Garena. Krafton ha anche presumibilmente intrapreso alcune azioni contro i giochi battle royale in questione.

Come da denuncia di violazione del copyright, condivisa da The Verge, Krafton ha intentato una causa contro lo sviluppatore di Free Fire e Free Fire Max, Garena. Lo sviluppatore di PUBG ha sostenuto che Garena ha copiato il suo popolare titolo battle royale. Krafton ha inoltre menzionato nella causa che Garena ha guadagnato “centinaia di milioni di dollari” dalle vendite dei due giochi e che Apple e Google hanno guadagnato entrate significative dalla distribuzione delle due app Free Fire. Entrambe le app sono ancora elencate nell’App Store di Apple e nel negozio Google Play.

Krafton sostiene di aver intrapreso azioni contro Free Fire e Free Fire Max il 21 dicembre. La prima delle quali includeva la richiesta a Garena di “fermare immediatamente il suo sfruttamento di Free Fire e Free Fire Max, anche revocando la sua apparente autorizzazione ad Apple e Google”. Garena apparentemente ha rifiutato di farlo. Inoltre, lo sviluppatore di PUBG ha anche chiesto ad Apple e Google di “cessare la distribuzione e lo sfruttamento” dei due giochi sulle loro piattaforme, entrambi gli app store ancora elencati.

A YouTube è stato anche chiesto di rimuovere numerosi video sulle sue piattaforme che includono “elementi che violano palesemente Battlegrounds, e separatamente, il lungometraggio in violazione. Questi video sono ancora disponibili sulla piattaforma di condivisione video di Google. Se siete incuriositi dal suddetto film, ecco un’anticipazione.

Inoltre, la causa ha anche menzionato che Garena ha venduto un gioco nel 2017 a Singapore che si dice abbia copiato PUBG: Battlegrounds. Krafton ha menzionato che mentre i reclami sono stati risolti, non c’era alcun accordo di licenza tra i due sviluppatori di giochi.

Secondo i dati di Sensor Tower condivisi con The Verge, Free Fire ha guadagnato 1,1 miliardi di dollari (circa Rs. 8.153 crore) nella spesa dei giocatori nel 2021, che mostra una crescita del 48% anno su anno. Mentre, l’importo che Krafton ha guadagnato durante lo stesso periodo è stato di 2,98 miliardi di dollari (circa Rs. 22.087 crore), ha mostrato solo il 7 per cento di crescita anno su anno. La pubblicazione ha anche verificato i dati da Appfigures e menziona che anche se le cifre delle entrate erano diverse, i dati suggerivano che Free Fire si stava avvicinando a PUBG in termini di popolarità e di entrate.

Un portavoce di Sea, la società madre di Garena, ha detto a The Verge che “le affermazioni di Krafton sono infondate”.