Meta apre un ufficio a Gurugram; per qualificare 1 crore di piccole imprese e 250.000 creatori in India

Meta apre un ufficio a Gurugram; per qualificare 1 crore di piccole imprese e 250.000 creatori in India

Meta (ex Facebook) mercoledì ha detto che mira a qualificare 1 crore di piccole imprese e 2.50.000 creatori nei prossimi tre anni nel paese attraverso il suo Centro per alimentare la nuova economia dell’India (CFINE) a Delhi-NCR.

CFINE è ospitato in uno dei più grandi uffici di Meta in Asia che è stato istituito a Gurugram. Il nuovo ufficio ospiterà vari team di Facebook, Instagram e WhatsApp.

“L’India non è solo il paese più grande per Facebook, WhatsApp e Instagram, è anche il luogo in cui, per molti versi, si sta plasmando il futuro di Internet. Vediamo questo ufficio come un’opportunità per noi di costruire uno spazio che non solo ospita il nostro più grande team nel paese, ma sarà anche uno spazio che si impegna profondamente con il mondo esterno”, Facebook India (Meta) Vice Presidente e Managing Director Ajit Mohan ha detto ai giornalisti qui.

Ha aggiunto che CFINE – un centro multifunzionale – riunirà tutti i suoi prodotti e sforzi e la sua missione sarà quella di utilizzare la tecnologia e gli strumenti costruiti dalla società per alimentare la crescita di creatori, piccole imprese e imprenditori nel paese.

“Nei prossimi tre anni, cercheremo di formare e qualificare 1 crore di piccole imprese e 2.50.000 creatori attraverso il centro. Ci rendiamo conto che questo non è un compito da poco, ma riconosciamo che abbiamo l’obbligo di rispondere all’opportunità unica presentata dalle forze della tecnologia che stanno trasformando l’India”, ha detto Mohan.

Ha inoltre detto: “Questa è un’opportunità in linea con l’apertura di Internet in India e i valori democratici fondamentali che guidano le istituzioni di cui abbiamo beneficiato”.

Il ministro di Stato per l’elettronica e l’informatica Rajeev Chandrasekhar ha notato che la tecnologia sta cambiando profondamente e quasi irreversibilmente la traiettoria del paese.

“…mentre ci sarà sempre un dibattito sui danni agli utenti, e su tutte le proliferazioni di problemi che vengono creati dall’espansione di Internet, dobbiamo concentrarci sul mantenere Internet aperto, sicuro, affidabile e responsabile in tutti i modi e per tutti gli indiani”, ha aggiunto. Il ministro ha detto che il potere di Internet sta nella sua capacità di alimentare la nuova economia, l’imprenditorialità e l’innovazione, e nel dare potere ai giovani.

“Dobbiamo mitigare i danni degli utenti e garantire che la narrazione intorno a Internet e alla tecnologia continui a crescere intorno alla positività che la tecnologia porta alla vita di così tante persone”, ha sottolineato il ministro.

Chandrasekhar ha detto che tutte le grandi aziende di Internet hanno un’enorme capacità di influenzare la traiettoria in modi buoni o cattivi per l’imprenditoria, per i cittadini e le società in generale, e che la tecnologia deve essere sfruttata per il bene.
I nuovi chip 2022 di Snapdragon lo renderanno più importante come marchio? Ne discutiamo su Orbital, il podcast di SharTec.eu.