‘Non considerare’: Il governo dello Zimbabwe chiarisce la posizione sulla legalizzazione delle criptovalute

Questa settimana, un funzionario del governo dello Zimbabwe ha lasciato intendere che il paese sta considerando la lagalizzazione delle criptovalute come valuta legale. Affrontando le notizie dei media intorno a questo, il ministero dell’IT dello Zimbabwe ha chiarito che il loro governo non sta considerando l’introduzione di un’altra valuta nell’economia. Il chiarimento è stato emesso dopo la verifica con Monica Mutsvangwa, ministro dell’informazione dello Zimbabwe. L’allarme è stato twittato dal ministero dell’IT della nazione al fine di frenare le voci e la disinformazione intorno alla facilitazione dei cripto-pagamenti.

In un tweet pubblicato dal Ministero dell’Informazione, della Pubblicità e della Radiodiffusione dello Zimbabwe, il governo ha dichiarato che il Dollaro dello Zimbabwe (ZW$) rimane la valuta ufficiale e unica legale del paese.
La nazione è assicurata che il governo non sta pensando di introdurre un’altra valuta nell’economia come riportato dai media. La valuta locale rimane il dollaro dello Zimbabwe (ZW$) e non la criptovaluta#postcabinetbriefing pic.twitter.com/w5eQhxeufM
– Ministry of Information, Publicity & Broadcasting (@InfoMinZW) 9 novembre 2021
Mutsvangwa, ha comunque rivelato che il governo sta analizzando il concetto di Central Banking Digital Currency (CBDC). Chiamato anche “moneta fiat digitale”, i CBDC sono gettoni digitali di valore che possono essere regolati ed emessi dalla banca centrale di un paese.

“Come la maggior parte dei paesi del mondo, il governo dello Zimbabwe, attraverso il suo Gruppo di Tecnologia Finanziaria, sta studiando la Central Banking Digital Currency in contrapposizione alle criptovalute, ai Bitcoin o a qualsiasi forma di derivati”, i media hanno citato Mutsvangwa.

Se lo Zimbabwe adotterà o meno le criptovalute è qualcosa che rimane in discussione per ora.

All’inizio di questa settimana, Charles Wekwete, il capo della tecnologia di e-Government nel paese sudafricano aveva detto che le discussioni sulla legalizzazione dei pagamenti Bitcoin sono in corso con gli attori del settore privato sulla legalizzazione delle criptovalute.

Il funzionario ha anche detto che il cripto-spazio porta diversi timori circa il movimento transfrontaliero di fondi, il riciclaggio di denaro, l’esternalizzazione di fondi, soprattutto per alimentare attività illecite, come da un rapporto del portale di notizie dello Zimbabwe Bulawayo24.

La cultura delle criptovalute si sta apparentemente radunando nella regione africana, come rivelano le statistiche.

Tra luglio 2020 e giugno 2021, il mercato africano delle criptovalute è cresciuto del 1.200 per cento – per un totale di 105,6 miliardi di dollari (Rs. 775 crore), come rivela un recente rapporto di Chainalysis.

“I trasferimenti interregionali costituiscono anche una quota maggiore del mercato delle criptovalute dell’Africa rispetto a qualsiasi altra regione al 96% di tutto il volume delle transazioni, contro il 78% per tutte le regioni combinate”, ha detto il rapporto.

© 2021 SharTec - In primo piano in Tecnologia