PM Modi presiede un incontro sulle criptovalute, si dice che le preoccupazioni riguardino il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo

PM Modi presiede un incontro sulle criptovalute, si dice che le preoccupazioni riguardino il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo

Tra le preoccupazioni per le affermazioni fuorvianti di enormi rendimenti sugli investimenti in criptovalute, il primo ministro Narendra Modi sabato ha presieduto una riunione sul modo di procedere sulla questione, con fonti governative che affermano che tali mercati non regolamentati non possono essere autorizzati a diventare vie per “il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo”.

È stato fortemente sentito nella riunione che i tentativi di ingannare i giovani attraverso la promessa eccessiva e la pubblicità non trasparente dovrebbero essere fermati, le fonti hanno detto, segnalando che forti passi normativi sono in arrivo.

Il governo è consapevole del fatto che si tratta di una tecnologia in evoluzione, che terrà d’occhio da vicino e adotterà misure proattive”. C’era consenso anche sul fatto che i passi intrapresi in questo campo dal governo saranno progressivi e lungimiranti”, ha detto una fonte.

Il governo continuerà a impegnarsi proattivamente con esperti e altre parti interessate, hanno aggiunto le fonti, notando che poiché la questione attraversa i confini geografici, è stato ritenuto che richiederà anche partnership globali e strategie collettive.

L’incontro sulla via da seguire per le criptovalute e le questioni correlate è stato molto completo.

“E’ stato anche il risultato di un processo consultivo in quanto RBI, Ministero delle Finanze, Ministero dell’Interno hanno fatto un esercizio elaborato su di esso e hanno consultato esperti da tutto il paese e il mondo. Anche gli esempi globali e le migliori pratiche sono stati esaminati”, ha detto la fonte.

La RBI ha ripetutamente ribadito le sue forti opinioni contro le criptovalute dicendo che pongono serie minacce alla stabilità macroeconomica e finanziaria del paese e ha anche messo in dubbio il numero di investitori che commerciano su di loro così come il loro preteso valore di mercato.

Il governatore della RBI Shaktikanta Das mercoledì ha ribadito le sue opinioni contro l’autorizzazione delle criptovalute, dicendo che sono una grave minaccia per qualsiasi sistema finanziario in quanto non sono regolamentate dalle banche centrali.

I suoi commenti arrivano prima del rapporto del panel interno della RBI sull’argomento controverso che è atteso il mese prossimo.

La Corte Suprema all’inizio di marzo 2020 aveva annullato la circolare della RBI che vietava le criptovalute.

In seguito, il 5 febbraio 2021, la banca centrale aveva istituito un pannello interno per suggerire un modello di valuta digitale della banca centrale.

La RBI aveva annunciato la sua intenzione di uscire con una valuta digitale ufficiale, di fronte alla proliferazione di criptovalute come Bitcoin, su cui la banca centrale ha avuto molte preoccupazioni.

Le valute digitali private/valute virtuali/criptovalute hanno guadagnato popolarità negli ultimi dieci anni circa. Qui, i regolatori e i governi sono stati scettici su queste valute e sono preoccupati per i rischi associati.