RAID (Redundant Array of Independent Disks) Definizione significato

Cos’è il RAID (Redundant Array of Independent Disks)?

Sta per “Redundant Array of Independent Disks”. RAID è un metodo di memorizzazione dei dati su più dischi rigidi. Quando i dischi sono disposti in una configurazione RAID, il computer li vede tutti come un unico grande disco. Tuttavia, funzionano in modo molto più efficiente di un singolo disco rigido. Poiché i dati sono distribuiti su più dischi, le operazioni di lettura e scrittura possono avvenire su più dischi contemporaneamente. Questo può accelerare il tempo di accesso al disco rigido in modo significativo. I dischi rigidi multipli possono non migliorare le prestazioni del disco rigido tanto quanto i processori multipli possono migliorare le prestazioni della CPU, ma si basa su una logica simile.

I benefici del RAID provengono da una tecnica chiamata “striping”, che divide i dati memorizzati tra i dischi disponibili. Le “strisce” di dati sono di solito grandi un paio di megabyte e sono interlacciate tra le unità. Il sistema di striping aumenta anche il tempo medio tra i guasti (MTBF), quando si leggono i dati. Questo permette di leggere con precisione più dati in un breve periodo di tempo. I benefici del sistema RAID sono particolarmente evidenti quando si memorizzano grandi quantità di dati. Pertanto, molti Web hosting e Internet Service Provider usano il RAID per memorizzare i dati per i loro clienti.

La descrizione di RAID (Redundant Array of Independent Disks) in questa pagina è la definizione originale di SharTec.eu. Se volete linkare questa pagina, non dimenticate di citare la fonte dell’articolo.

SharTec.eu mira a spiegare la terminologia informatica in un modo che sia facile da capire. Ci sforziamo di essere semplici e precisi in ogni definizione che pubblichiamo. Se hai commenti sulla descrizione di RAID (matrice ridondante di dischi indipendenti) o vuoi suggerire un nuovo termine tecnico, contattaci.