Singapore prevede di diventare un magnete per le attività di criptovaluta, il governo pensa di regolamentare lo spazio di criptovaluta

Singapore prevede di diventare un magnete per le attività di criptovaluta, il governo pensa di regolamentare lo spazio di criptovaluta

In un momento in cui il crypto-spazio sta assistendo ad una rapida espansione globale, Singapore sta progettando di creare un clima pro-crypto guidato dall’adozione nella nazione insulare. Ravi Menon, l’amministratore delegato della Monetary Authority of Singapore (MAS) ha espresso sollievo per il fatto che la città-stato ha mantenuto una mente aperta intorno al crypto-spazio prima di molti altri paesi. Nonostante la mancanza di chiarezza su come si svolgerà il futuro delle criptovalute, Menon ha detto che le criptovalute sono articoli per l’investimento in futuro. Attualmente, è legale a Singapore detenere e commerciare in criptovalute.

Esprimendo un interesse a sviluppare ulteriormente le tecnologie cripto e blockchain, il regolatore di Singapore ha consigliato anche ad altre nazioni di entrare nello spazio delle criptovalute.

“Pensiamo che l’approccio migliore non sia quello di mettere un freno o vietare queste cose. Ma non entrare in questo gioco, penso che Singapore rischi di rimanere indietro. Entrare presto in questo gioco significa che possiamo avere un vantaggio, e capire meglio i suoi potenziali benefici così come i suoi rischi”, ha detto Menon in una recente intervista.

Il paese sta lavorando su un quadro normativo e un regime fiscale intorno alle criptovalute al fine di essere in grado di trarre i massimi benefici, Menon ha aggiunto.

“Se e quando una criptoeconomia decolla in un certo senso, vogliamo essere uno dei protagonisti”, ha detto Menon. “Potrebbe aiutare a creare posti di lavoro, creare valore aggiunto, e penso che più che il settore finanziario, gli altri settori dell’economia guadagneranno potenzialmente”.

Recentemente, il CEO di Tesla Elon Musk aveva anche detto che mentre l’avanzamento delle criptovalute può essere rallentato dai governi che ritardano i processi di regolamentazione e legalizzazione, questi beni digitali non possono essere distrutti ora.

Nel frattempo, il sentimento pubblico intorno a queste criptovalute a Singapore sembra essere sempre più trendy di giorno in giorno.

Secondo un rapporto della società di ricerca TripleA, oltre 550.000 abitanti di Singapore – che costituiscono il 9,4% della popolazione totale del paese – sono proprietari di criptovalute.

La più grande banca del paese, DBS Group, ha anche creato una piattaforma per facilitare le transazioni di token digitali.

Menon ha tuttavia sottolineato che Singapore ha ancora bisogno di lavorare sul perfezionamento delle sue soluzioni di cyber-sicurezza per salvaguardare il crypto-spazio.

Un recente rapporto ha rivelato che il crimine totale legato alle criptovalute nel 2020 è stato di circa 10,52 miliardi di dollari (circa 79.194 crore Rs).