WhatsApp, Facebook e Instagram in tilt: Mark Zuckerberg perde 6 miliardi di dollari in ore mentre i servizi precipitano

WhatsApp, Facebook e Instagram in tilt: Mark Zuckerberg perde 6 miliardi di dollari in ore mentre i servizi precipitano

Il patrimonio personale di Mark Zuckerberg è sceso di oltre 6 miliardi di dollari (circa 44.790 rupie) in poche ore, facendolo scendere di una tacca nella lista delle persone più ricche del mondo, dopo che un whistleblower si è fatto avanti e le interruzioni hanno messo offline i prodotti di punta di Facebook.

Un selloff ha mandato le azioni del gigante dei social media a crollare del 4,9 per cento lunedì, aggiungendo un calo di circa il 15 per cento da metà settembre.

La caduta delle azioni lunedì ha mandato il valore di Zuckerberg a 121,6 miliardi di dollari (circa 9.06.050 crore), facendolo scendere sotto Bill Gates al n. 5 dell’indice dei miliardari di Bloomberg. È sceso da quasi 140 miliardi di dollari (circa Rs.10.43.150 crore) in poche settimane, secondo l’indice.

In cima alle classificheIl 13 settembre, il Wall Street Journal ha iniziato a pubblicare una serie di storie basate su una cache di documenti interni, rivelando che Facebook sapeva di una vasta gamma di problemi con i suoi prodotti – come il danno di Instagram alla salute mentale delle ragazze adolescenti e la disinformazione sui disordini di Capitol del 6 gennaio – mentre minimizzava i problemi in pubblico. I rapporti hanno attirato l’attenzione dei funzionari governativi, e lunedì l’informatore si è rivelato.

In risposta, Facebook ha sottolineato che i problemi che riguardano i suoi prodotti, compresa la polarizzazione politica, sono complessi e non causati solo dalla tecnologia.

“Penso che dia conforto alla gente presumere che ci debba essere una spiegazione tecnologica o tecnica per i problemi di polarizzazione politica negli Stati Uniti”, ha detto alla CNN Nick Clegg, vice presidente di Facebook per gli affari globali.

© Thomson Reuters 2021

Related Posts

© 2021 SharTec - In primo piano in Tecnologia