Windows 11 blocca l’app EdgeDeflector mentre Microsoft costringe gli utenti ad aprire gli URL su Edge

Windows 11 blocca l'app EdgeDeflector mentre Microsoft costringe gli utenti ad aprire gli URL su Edge

Microsoft ha deciso di bloccare la popolare app di terze parti EdgeDeflector su Windows 11. L’app aiuta gli utenti ad aprire i link su browser come Google Chrome e Mozilla Firefox. Con la nuova mossa, Microsoft ora costringerà gli utenti di Windows 11 ad aprire gli URL dal menu Start e i risultati di ricerca del pannello Widget solo sul browser Edge. Lo sviluppatore di EdgeDeflector Daniel Aleksandersen ha criticato il blocco dicendo che l’azienda sembra dare la priorità alla “pubblicità, bundleware e abbonamenti ai servizi” rispetto alla produttività degli utenti, come da un post sul blog.

EdgeDeflector e altri simili strumenti di terze parti sono stati sviluppati per lavorare intorno all’esclusivo protocollo microsoft-edge di Microsoft, permettendo l’apertura di link su browser come Chrome e Firefox. La scorsa settimana, la società ha bloccato l’app EdgeDeflector in una build di anteprima di Windows 11, che inizialmente si credeva fosse un bug. Tuttavia, un portavoce di Microsoft ha ora confermato a The Verge che un prossimo aggiornamento software di Windows 11 impedirà a tutte le app di utilizzare i link del protocollo microsoft-edge.

Il portavoce di Microsoft ha detto che il sistema operativo Windows consente apertamente applicazioni e servizi sulla piattaforma, compresi i browser web. “Allo stesso tempo, Windows offre anche alcune esperienze end-to-end al cliente sia in Windows 10 che in Windows 11, l’esperienza di ricerca dalla barra delle applicazioni è uno di questi esempi di un’esperienza end-to-end che non è progettata per essere reindirizzata. Quando veniamo a conoscenza di un reindirizzamento improprio, emettiamo una correzione”, ha dichiarato il portavoce.

Daniel Aleksandersen sviluppatore dello strumento EdgeDeflector, tuttavia, ha criticato la mossa in un post sul blog. “Queste non sono le azioni di un’azienda attenta che tiene al suo prodotto. Microsoft non è un buon amministratore del sistema operativo Windows. Stanno dando la priorità agli annunci, al bundleware e agli abbonamenti ai servizi rispetto alla produttività dei loro utenti”, ha dichiarato Aleksandersen.

Questa non è la prima mossa restrittiva da parte di Microsoft, che aveva precedentemente introdotto modifiche a Windows 11 rendendo più difficile il passaggio da Microsoft Edge. Gli utenti di Windows 10 erano precedentemente in grado di passare a Chrome, Firefox o qualsiasi altro browser con pochi clic. Windows 11, d’altra parte, costringe gli utenti a impostare il browser come predefinito per aprire diversi formati di file. Mozilla e Brave hanno recentemente annunciato cambiamenti che avrebbero implementato workaround simili come EdgeDeflector. Tuttavia, anche questi saranno bloccati dal prossimo aggiornamento di Windows 11 di Microsoft.
Windows 11 è stato svelato, ma ne avete bisogno? Ne abbiamo discusso su Orbital, il podcast di SharTec.eu.